Medici: ‘‘Le fughe in avanti del sindacato maggioritario compromettono l’accordo integrativo regionale della Campania di medicina generale!’’

‘‘Sono in corso riunioni promosse da esponenti del sindacato Fimmg anche all’interno dell’Aziende Sanitarie Locali della regione per illustrare, secondo un’interpretazione di parte, il nuovo Accordo Collettivo Nazionale (ACN), recentemente siglato da tutte le organizzazioni sindacali dei medici’‘ così Giovanni Senese, Segretario Regionale dello SMI condanna l’atteggiamento del sindacato maggioritario della medicina generale in Campania.

‘‘È bene precisare, aggiunge Senese, che le riunioni in sedi ASL violano le prerogative delle altre sigle sindacali, sono un atto unilaterale e si configurano come un’azione antisindacale messa in atto dalla parte pubblica. Il nuovo ACN, infatti, non è ancora in vigore, né tanto meno risulta essere stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Per queste ragioni giudichiamo le riunioni che si stanno svolgendo come delle vere e proprie fughe in avanti che non rappresentano l’intera categoria’’.

‘‘La trattativa per il rinnovo dell’Accordo Integrativo Regionale della Campania di medicina generale si è bloccata e il percorso di definizione è tutto in salita poiché è necessario approfondire tutti i punti previsti dall’ACN. Abbiamo bisogno di un confronto trasparente con la parte pubblica per individuare le necessità che servono alla categoria medica’’ conclude Senese.