Chitarre in viaggio per la rassegna “Chi ci ferma!” del Conservatorio di S. Pietro a Majella, venerdì 22 in streaming.

0
333
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

I giovani e talentuosi Gioele Caserta, Gianpaolo Ferrigno, Massimiliano Petrella e Luigi Scognamiglio, il 22 gennaio alle ore 18, accompagneranno gli ascoltatori in un immaginario viaggio nel mondo del repertorio chitarristico in occasione del consueto appuntamento della rassegna “Chi ci ferma!” promossa dal Conservatorio di Musica San Pietro a Majella.

Dalla Sala Martucci questi intrepidi strumentisti si esibiscono in memorabili pagine del repertorio dedicato alla chitarra o trascritte per essa come nel caso del Preludio, Fuga e Sarabanda BWV 997 di Johann Sebastian Bach. La successione dei brani tende a offrire un ampio sguardo sul repertorio ottocentesco e novecentesco, europeo e americano, suggestionandoci con forme e stili disparati, emanazione di tradizioni dissimili che vanno dalle maliose immagini viennesi di Mertz alle colorate e folcloriche scelte di Villa-Lobos passando per l’ambizioso progetto di Castelnuovo Tedesco ispirato dal magistero pittorico di Goya. Evanescenti memorie chopiniane si intrecciano a rigori formali classicheggianti in un caleidoscopio sonoro all’insegna della fascinazione dei sensi.

Un concerto ambizioso teso a valorizzare quattro giovani allievi dell’istituto cresciuti in seno al dipartimento di Strumenti ad Arco e a Corda. Ancora una volta il San Pietro a Majella pone l’attenzione sulla valorizzazione dei propri allievi dandogli quella visibilità che meritano.

L’appuntamento con l’affezionato pubblico, che con puntualità segue questi concerti, è sui canali social del Conservatorio: https://www.youtube.com/channel/UCniPOSH42fLEjlUqKXRXnKw e https://www.facebook.com/conservatoriodimusicasanpietroamajelladinapoli

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here