Il Comune di Napoli porta 320 bambini e ragazzi in Tribuna: minori svantaggiati per Napoli-Juventus.

99
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

In 320 tra bambini e ragazzi napoletani potranno assistere gratuitamente alle partite del Napoli in programma allo stadio Maradona. Il Comune applica così, come sollecitato anche dalla Commissione Welfare del Consiglio Comunale, la norma prevista nella convenzione firmata nel 2019 tra l’Amministrazione e la Società Sportiva Calcio Napoli. 

La prima partita in calendario, venerdì 13 gennaio Napoli-Juventus, vedrà tra gli spettatori i minori delle educative territoriali e delle comunità gestiti dai Servizi afferenti all’Assessorato alle Politiche Sociali.

Secondo una logica di alternanza, il secondo appuntamento vedrà invece protagonisti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado napoletane che aderiranno ad un’apposita manifestazione d’interesse compilando il relativo form raggiungibile dal seguente link:
www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/46865

Gli ospiti saranno selezionati secondo l’ordine cronologico di iscrizione ed in base alle condizioni svantaggiate. La Società Sportiva Calcio Napoli in occasione delle gare casalinghe che si disputeranno allo stadio Diego Armando Maradona provvederà a suddividere i 320 biglietti del settore tribuna centrali inferiore secondo il rapporto di un adulto ogni sette ragazzi /bambini e, dunque, complessivamente: 46 biglietti per gli adulti con tariffa “omaggio accompagnatore” e 274 biglietti per i ragazzi / bambini under 14 con tariffa “omaggio under 14”, la cui procedura di perfezionamento e rilascio titoli sarà effettuata a cura del Comune di Napoli.

In base all’atto d’intesa firmato tra il Calcio Napoli e gli Assessorati all’Istruzione e Famiglia, allo Sport e Pari Opportunità, alle Politiche Sociali, centinaia di ragazzi potranno quindi assistere alle competizioni sportive che si susseguiranno allo stadio Maradona creando importanti occasioni di socialità, divertimento e coinvolgimento in eventi di portata nazionale per combattere il disagio minorile attraverso i valori sociali ed educativi dello sport.

Biglietti allo stadio per i bambini. I commenti

Assessore allo Sport Ferrante: “Una bellissima notizia per le feste natalizie dell’assessorato allo sport: già per la partita del 13 gennaio avremo i 320 biglietti per tanti bambini per vedere la partita del calcio Napoli. Auguri a tutti e forza forza Napoli”.

Assessore al Welfare Trapanese: “320 bambini delle nostre educative territoriali delle comunità e dei centri diurni potranno assistere alla partita del calcio Napoli. Forza Napoli”.

Assessore all’Istruzione Striano: “320 studenti degli istituti comprensivi della nostra città potranno vedere la partita del Calcio Napoli con degli accompagnatori”.

Presidente Commissione Welfare Cilenti: “La notizia che si possa finalmente, attraverso la convenzione, addivenire alla possibilità di far entrare i ragazzi allo stadio gratuitamente, così come previsto, non può che farci contenti. Adesso si parte con le politiche sociali e quindi con il terzo settore a portare i bambini all’interno dello stadio San Paolo, dopodiché si passa ai bambini delle scuole. Soddisfazione e contentezza”.

Presidente Commissione Sport Esposito: “Dopo la pausa COVID, finalmente si ripristina l’accesso allo Stadio Maradona per i giovani che ne beneficeranno gratuitamente, secondo le disposizioni contrattuali, e potrannoseguire la squadra del cuore ed i loro beniamini dal vivo. Incrociamo le dita per la nostra squadra e per la nostra città affinché, possa raggiungere i risultati che si merita”.

Per il presidente della Commissione Infrastrutture Nino Simeone Oggi con la firma di questa intesa che volli inserire tra i punti della Convenzione si scrive una bella pagina di sport e di solidarietà. Una straordinaria opportunità per i ragazzi che vivono momenti di difficoltà con criteri di gestione che dovranno essere trasparenti. Speriamo anche, in un prossimo futuro, di poter ampliare la platea dei beneficiari”.

Advertisements