Il Sabato della Fotografia, Tano D’Amico in Sala Assoli.

171
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Ritorna sabato 9 aprileIl sabato della fotografia”. Ospitata negli spazi della Sala Assoli di Casa dl Contemporaneo, la sesta edizione della rassegna ideata e curata da Pino Miraglia offre – ore 11,30, l’ingresso è gratuito – agli amanti della cultura visiva un incontro con Tano D’Amico per la serie “Memorie dall’Archivio”

Se si parla di anni Settanta non si può ignorare il suo nome. Nell’immaginario visivo di quegli anni, le immagini di Tano D’Amico sono scolpite, imprescindibili dalla narrazione storica.

È il fotografo che è stato sempre dall’altra parte della barricata, al fianco delle donne, degli operai, degli sfollati, dei deboli… Le sue immagini sono l’amplificazione visiva del dissenso, il bianco e nero che investe il potere, la memoria ribelle, l’occhio dei vinti.

Storie, aneddoti, retroscena inediti raccontati oggi da chi li ha vissuti e deciso di fermarli con il linguaggio della fotografia. Giornalista professionista e fotoreporter, nato a Filicudi e romano di adozione, ha collaborato con il Manifesto e la Repubblica. Ha realizzato reportage su carceri, manicomi, rom, e ha documentato le manifestazioni di piazza a partire dagli anni Sessanta.

Il sabato della fotografia rientra nel progetto “Movimenti per la fotografia” nato nel 2012 da una sinergia tra il MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano), camerachiaraimage di Pino Miraglia, e l’associazione culturale 180° Meridiano con lo scopo di diffondere la cultura fotografica nelle scuole.

In questa edizione il ciclo sul linguaggio fotografico ha lavorato su tre direttrici: Rappresentazione e Fotografia, Confini e Memorie dall’archivio, scelti per mettere a fuoco e per trasmettere esperienze e conoscenze ai giovani e a quanti si interessano di fotografia e arte.

Advertisements