La Fondazione Pietà de’ Turchini porta a Napoli una delle più note interpreti internazionali di musica medievale: Katarina Livijanic, sabato 16 a Santa Caterina da Siena

Barlaam e Josaphat
una lettura cristiana della vita di Buddha
sabato 16 marzo | ore 19.00

Chiesa di Santa Caterina da Siena, Napoli

 

Dialogos (ensemble)

Albrecht Maurer viola medievale e ribeca

Norbert Rodenkirchen flauti e arpa

Katarina LivlJanić voce e direzione

Yoshi Oida regia

Yasuyo Mochisuki assistente di regia

Tom Schenk video

 

Ricostruzione musicale e adattamento dei testi Katarina Livljanic

Ricostruzioni strumentali Norbert Rodenkirchen & Albrecht Maurer

 

Consulenza filologica e musicologica

Milja Vukovic

Geneviève Brunel Lobrichon (langue d’oc)

Maria Ana Duerrigl, Jasna Vince (antico croato)

Claudio Galderisi (italiano)
Richard Traxler, Fanny Maillet, Isabelle Ragnard (langue d’oïl)

Theodora Psychoyou (greco)

Véronique Lossky (russo)

Sabato 16 marzo, nell’ambito della stagione Frequenze Inaudite, la Fondazione Pietà de’ Turchini porta a Napoli una delle più note interpreti internazionali di musica medievale, Katarina Livijanic, straordinaria alchimista della musica medievale in chiave teatrale, a capo dell’ensemble vocale Dialogos. Alle ore 19.00 presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena, l’ensemble presenta Barlaam and Josaphat, una lettura cristiana della vita di Buddha. Il programma mette in luce in chiave musicale la leggenda del Santo Josafat e del suo maestro Santo Barlaam, personaggi vissuti probabilmente nel III o IV secolo in India. L’intento è quello di proporre un’esperienza nuova, attraverso un’interpretazione poliglotta di questa leggenda: Dialogos segue la storia di Barlaam attraverso le sue numerose peregrinazioni, interpretando i brani tratti dalle sue traduzioni medievali in greco, latino, croato antico, russo antico, francese antico, italiano o occitano medievale.
Info e prenotazioni al numero 0817611221 o sul sito turchini.it. Costo del biglietto intero 10 euro; ridotto 7 euro (acquistabili al botteghino o sul sito TicketOnLine – Azzurro Service).

La leggenda di Barlaam and Josaphat racconta che il re Avenir perseguitava i cristiani. Quando gli astrologi gli predissero che il proprio figlio Josafat sarebbe un giorno diventato cristiano, Avenir lo isolò da ogni contatto con la sofferenza umana, la vecchiaia o la malattia. Nonostante il suo imprigionamento, Josafat incontrò l’eremita Barlaam e si convertì. Questa storia era molto popolare nel Medioevo e appare in alcune opere come la Leggenda Aurea. Josafat e Barlaam furono canonizzati dalle chiese cristiane – non vi è però prova della loro esistenza. Il primo adattamento cristianizzato di questa storia fu l’epopea di Balavariani scritta in georgiano. Fu tradotta in seguito in greco, poi in latino, prima di diventare molto popolare nell’Europa dell’Ovest.

Nel programma sono stati inseriti anche componimenti appartenenti a repertori musicali medievali direttamente legati a questa leggenda, così come dei canti la cui dimensione “incantatoria” colpisce notevolmente. Si tratta di capolavori poetici e musicali che creano un’atmosfera densa e intensa, come una percussione sciamanica che coinvolge in un’esperienza forte in cui le lingue e le culture musicali medievali si incontrano in una incredibile Babele sonora.

 

L’Ensemble Dialogos, formato nel 1997 da Katarina Livljanić, cantante e musicologa croata, si dedica all’interpretazione dei repertori sacri dell’Europa medievale. Grazie all’unione tra una ricerca musicologa approfondita e una forte presenza in scena, i programmi di Dialogos offrono con sensibilità un nuovo approccio delle musiche antiche.

 

Programma

Nascita e gioventù di Josafat

Era in quel tempo d’India signore
Brano tratto dalla versione italiana in ottava rima di
Neri Pagliaresi, Leggenda di Santo Giosafà, XIV sec.

La morte
Quinsainne apries
Brano tratto dalla versione francese in versi di :
Gui de Cambrai, Barlaam et Josaphat, XIII sec.

Hélinand de Froidmont (XII sec.)
Vers de la mort (brano)

Molt est dolans li fils le roi
Brano tratto dalla versione francese in versi
Gui de Cambrai, Barlaam et Josaphat, XIII sec.

Barlaam
Nempe senex quidam, vir sanctus nomine Barlaam
Brano tratto dalla versione latina in versi
Versus de Sanctis Barlaam et Josaphat, XII sec.

I poyde Barlaam na urata od Palaca
Brano tratto dalla versione croata
Xivot svetogaGiosafata, XVIII sec.

Le parabole
E si tu aguessas huelhs esperitals
(La parabola dell’usignolo)
Brano tratto dalla versione occitana Barlam et Jozaphas, XIV sec.

Incantation d’Iviron (I)
brano strumentale
Monte Athos, Monasterio di Iviron, ms 1203, XVII sec.

Varlaam ze glagola (La parabola del liocorno)
Brano tratto dalla versione in russo antico
Повесть о Варлааме и Иоасафе / Povestʹ o Varlaame i Ioasafe, XVI sec.

Il battesimo di Josafat
Baleham tout ensi parole
Brano tratto dalla versione francese in versi:
Gui de Cambrai, Barlaam et Josaphat, XIII sec. 

La rabbia degli dei
I chada chragl bise razumi
Brano tratto dalla versione croata:
Xivot svetoga Giosafata, XVIII sec.

Tafta un panta os ikusen o vasilefs
Brano tratto dalla versione greca:
Varlaam kai Ioasaf, XI sec.

Incantation d’Iviron (II)
brano strumentale
Monte Athos, Monasterio di Iviron, ms 1203, XVII sec.

Vous, gent ki estes en cest mont
Brano tratto dalla versione francese in versi
Gui de Cambrai, Barlaam et Josaphat, XIII sec.