L’Arte della Felicità, Antonio Fresa in concerto al Teatro Acacia mercoledì 17

Arriva a Napoli L’arte della Felicità “6 emozioni per pianoforte”, il nuovo spettacolo del pianista, compositore e direttore d’orchestra Antonio Fresa, autore della colonna sonora originale della Docuserie Rai, L’arte della Felicità.

Appuntamento mercoledì 17 gennaio alle ore 21 presso il Cine Teatro Acacia per uno spettacolo di musica, filosofia, antropologia e immagini. Ospite speciale lo scrittore Lorenzo Marone, in libreria con la sua ultima opera pubblicata da Einaudi, Sono tornato per te.

Amore, Rabbia, Orgoglio, Felicità, Paura e Tristezza sono riportati nel concerto come spazi sonori, come processo dinamico, come messaggio. Si parte così per un viaggio dentro l’animo umano, per esplorare gli stati fondanti della nostra esistenza, delle nostre scelte e della nostra visione del mondo. Lo spettacolo vede un pianoforte al centro del palco, oggetti di scena, libri, percussioni, rumori, immagini e didascalie che riportano ai testi raccontati e letti durante il concerto.

Una vera e propria immersione emotiva, musicale e filosofica che mette in relazione la complessità dell’animo umano con la semplicità ed immediatezza delle nostre emozioni.

 

Antonio Fresa attraverso note, accordi, aneddoti e citazioni ci svelerà la genesi e il pensiero che ha accompagnato la lettura delle sei emozioni, così da portarle sul palco e consegnarle al pubblico, con l’intento di riconnetterci a ciò che di più profondo e puro custodiamo fin da bambini.

 

«Ho scelto di fare un concertalk per portare agli spettatori un format che preveda musica e parole, una sorta di colonna sonora intervallata da una serie di riflessioni sulle 6 emozioni di base della psiche umana – dice Fresa. Sarà un vero e proprio percorso attraverso le proprie emozioni che racconterò con musica e suoni, passando attraverso uno spazio verbale in cui ricostruire le connessioni della nostra educazione emotiva. Quello delle emozioni è un territorio in cui spesso ognuno di noi scopre un vuoto, un disagio e una distanza apparentemente incolmabile. Ed in questo territorio la musica riesce sempre a portarci per mano, nelle parti del nostro io più profondo, semplicemente creando un universo sonoro su cui poggiare le nostre emozioni. Gli spettatori assisteranno alla creazione estemporanea di una vera e propria colonna sonora che accompagnerà immagini, citazioni, animazioni e suggestioni cinematografiche».

ANTONIO FRESA BIO

Pianista, Compositore e Direttore d’Orchestra

Insegnante di composizione musicale per le immagini presso il Conservatorio di Avellino

 

Antonio Fresa rappresenta un unicum nel panorama musicale italiano. Il progetto che meglio racconta questa peculiarità è “Equilatero”, un concerto per pianoforte e orchestra in cui l’artista pone una distanza simmetrica ed equidistante tra sé e la composizione, la direzione e la performance pianistica.

Compositore di oltre 20 colonne sonore tra cui: “Zeffirelli – conformista ribelle” (2022 festival di Cannes, Rai3) – di Anselma Dell’Olio, “I cacciatori del cielo” di Mario Vitale con Beppe Fiorello (2023 Rai 1 prima serata), “La scelta di Maria” con Sonia Bergamasco e “Arnoldo Mondadori” con Michele Placido di F. Miccichè (2021/22 Rai 1 prima serata), “Reliving at Pompeii” – celebrazione dei 50 anni dei Pompei dei Pink Floyd (2021 itsart) di L. Mazzieri, “Come Prima” (2021 Festival del cinema di Roma) di T. Weber, i lungometraggi in animazione “Gatta Cenerentola” (2018 Rai 3) e “L’arte della felicità” (2014 Rai 3) di A. Rak, “La Parrucchiera” (2017 Sky, Rai 3) di S. Incerti,  “Non è giusto” (2011 Festival del cinema di Locarno) di A. De Lillo, “El campo” (2011 Festival del cinema di Venezia) di H. Belon, ” Cor’ & sang’ ” di L. Fiorentino, “Fellini degli Spiriti” (2020 Rai 3) di A. Dell’Olio, “Terra Bruciata” (2018 History Channell) di L. Gianfrancesco. Ha composto la colonna sonora di “L’arte della Felicità”, docuserie prodotta da Rai 3 in cui si esplorano le 6 emozioni di base della psiche umana e la colonna sonora de “I quattro giorni di Napoli”, trasmesso su Rai 3 lo scorso settembre. Autore della colonna sonora di un documentario che esplora la storia dei Corazzieri del Quirinale, la guardia d’onore del presidente italiano. La musica composta per il docufilm “I Giganti del Quirinale” (in onda su Rai 1 il 27 dicembre 2023) cerca di catturare la complessità del mondo dei corazzieri, divisi tra aspetti formali e cerimoniali, equitazione, motociclismo, difesa personale e tante altre discipline.

Riceve il premio Internazionale Cinearti Chioma di Berenice 2018

Riceve la nomination come:

miglior musicista ai David di Donatello 2018

miglior musicista ai Nastri D’Argento 2018

Musicista per l’Arte, rappresenta il patrimonio culturale e artistico italiano attraverso numerose opere. Sue le musiche dell’audioguida ufficiale di Pompei, commissionate dalla D’Uva, che da oltre 20 anni accompagnano i turisti durante la visita. Ha composto i brani per il padiglione della Santa Sede alla Biennale di Architettura 2018, Vatican Chapels, divenuto permanente presso la Fondazione Cini a Venezia.

Con Magister Art e il Ministero degli Esteri, compone le musiche originali per la mostra internazionale itinerante per celebrare i 500 anni dalla nascita di Raffaello. Nel 2022 la Deputazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro gli commissiona la composizione dei brani originali che accompagnano la visita al Tesoro, con la voce narrante di Toni Servillo, e la partecipazione di Eugenio Bennato, Raiz, Pietra Montecorvino e il Sanitansamble. È attualmente impegnato nella composizione delle musiche originali che accompagneranno la visita al Pantheon di Roma.

Nel 2021, in occasione dell’apertura al pubblico del celebre Labirinto Borges a Venezia, dirige l’Orchestra del Teatro La Fenice che esegue la sua composizione Walking the Labyrinth per bandoneon e orchestra.

Ha diretto l’orchestra al Festival di Sanremo 2018 per Ornella Vanoni con il brano “Imparare ad amarsi” di cui è co-autore.

Nel 2023 dirige e compone le musiche originali per la nuova audioguida del Pantheon con l’Orchestra del Teatro La Fenice.

Ha collaborato con artisti internazionali tra cui Stacey Kent, Omara Portuondo, Carl Anderson, Richard Galliano, Peter Erskine.

Ha collaborato come pianista e arrangiatore con i più raffinati cantautori del panorama nazionale, tra cui Bungaro, Nino Buonocore e Joe Barbieri.

 

 

www.antoniofresa.net

Advertisements