Pietà de’ Turchini tra musica antica e danza contemporanea con “Mirabilia” de La Vaghezza e Interno5 | 3 maggio

Mirabilia

L’evoluzione della musica strumentale nel Seicento

 

venerdì 3 maggio | ore 20.30

Chiesa di Santa Caterina da Siena, Napoli

La Vaghezza

Mayah Kadish, Ignacio Ramal (violini)

Anastasia Baraviera (violoncello)

Gianluca Geremia (tiorba)

Marco Crosetto (clavicembalo e organo)
con la partecipazione di Interno5 Danza

Maria Rosaria Napolano, Marika Pierri, Martina Persico danzatrici
coreografie Antonello Tudisco

Venerdì 3 maggio ore 20.30 presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena, arriva l’imprevedibilità, la stravaganza e la libertà della musica italiana del Seicento portate in scena dall’ensemble La Vaghezza, tra le più apprezzate formazioni giovanili d’Europa, che ha all’attivo numerosi riconoscimenti, tra cui i tre i premi del prestigioso Concorso Händel Gottingen (2018). Il gruppo, formato da Mayah Kadish e Ignacio Ramal (violini), Anastasia Baraviera (violoncello), Gianluca Geremia (tiorba) e Marco Crosetto (clavicembalo e organo), porta a Napoli il concerto Mirabilia, in una inedita formula che lo coniuga alla creazione coreografica contemporanea di Antonello Tudisco, affidata alle danzatrici Maria Rosaria Napolano, Marika Pierri, Martina Persico di Interno5 Danza. La performance è costruita come un’azione tra corpo, architettura e musica, in cui il linguaggio fisico si fonde con le note. Le musiche del XVII secolo vengono interpretate attraverso il linguaggio della danza contemporanea, tenendo presente la forza innovativa della musica italiana del XVII secolo che si presta ad una interpretazione anche fisica che la rende viva e mutevole alla contemporaneità. Costo del biglietto 10 euro; ridotto 7 euro. Info e prenotazioni al numero 0817611221 o sul sito turchini.it

Il XVII secolo in Italia è un periodo di cambiamento in ambito musicale: lo si percepisce dalle lettere, dai trattati, dal fervore con cui sono sostenute le nuove teorie e la nascita del basso continuo. Queste idee hanno successo: per avvicinare questo repertorio, non basta saper leggere la musica scritta, bisogna interpretarne lo spirito. Più ci si addentra nella ricerca, più si osserva che scrivere la musica e suonarla sono due processi distanti: le note sono pietre, oggetti inerti, e il compito degli strumenti e delle voci è trasformare il segno in un suono.

Il programma di Mirabilia mescola brani di approccio molto diverso: da una parte, quasi legato alla composizione di madrigali, si sviluppa un filone di musica strumentale ispirato alla meditazione e basato su sonorità lente e armonie interessanti; dall’altra ci si imbatte nella forza ritmica e improvvisativa delle danze, di chiara ispirazione popolare. Ultimo elemento, non per ordine di importanza, è la composizione di stranezze musicali, attraverso una scrittura priva di regole che evita le etichette di genere musicale e si definisce “stylus phantasticus”.

La Vaghezza è un ensemble che esegue musica del XVII e dell’inizio del XVIII secolo. Propone interpretazioni musicali storicamente informate, ma sempre guidate soprattutto dalla loro comune sensibilità come ensemble e dalla ricerca della “vaghezza”, un concetto estetico che descrive una bellezza impossibile da comprendere o afferrare: come il fumo, qualcosa che chiede di essere toccato pur rimanendo intangibile.

Programma

Tarquinio Merula (1595-1665)
La Pusterla, Canzoni da suonare, op 17

Tomás Luis de Victoria (1548-1611)
Vere languores nostros, mottetto diminuito alla maniera italiana

Salomone Rossi (1570-1630)
Gagliarda detta La Zambalina, Sinfonie et Gagliarde, Libro secondo

*

Giovanni Girolamo Kapsberger (1580-1651)
La Kapsberger e sue improvvisazioni

Antonio Bertali (1605-1669)
Sonata 38, Ludwig Partiturbuch

*

Biagio Marini (1594-1663)
La Foscarina. Sonata a 3 con il Tremolo, Affetti Musicali, op. 1

Salomone Rossi (1570-1630)
Gagliarda detta La Norsina, Sinfonie et Gagliarde, Libro primo

Giovanni Valentini (1582-1649)
Sonata a 2, n. 33, Rost Codex

*

Andrea Falconieri (1585-1656)
Alemana detta la Ciriculia & Baile de los dichos diabolos, Il primo libro di canzoni, sinfonie, fantasie

Salomone Rossi (1570-1630)
Sinfonia 9, Sinfonie et Gagliarde, Libro primo

Andrea Falconieri (1585-1656)
Folias, Il primo libro di canzoni, sinfonie, fantasie