All’ottava municipalità di Scampia il volo della libertà mercoledì 16.

0
41

A Scampia il giorno 16 aprile 2014 con inizio alle ore 10.00 nella villa comunale, lato municipalità, alla presenza del Nucleo CTA Vesuvio del Corpo Forestale dello Stato, unitamente alle guardie zoofile E.M.P.A. (Ente Mediterraneo Protezione Animali) e le guardie venatorie del WWF Italia Nucleo di Napoli nonché il CRAS Presidio ospedaliero Veterinario della ASL NA1 Centro (ex frullone) Napoli daranno seguito alla liberazione di volatili di razza protetta e non, sequestrati nel corso delle operazioni svolte nell’anno 2013 e inizio 2014. In particolare verranno liberati cardellini (cardelius cardelius), verdoni, verzellini, ad altri appartenenti alla famiglia dei fringillidi, come previsto dall’articolo 28 della legge 157/92.

Trattasi di specie altamente protette come sancito dall’allegato 2° della Convenzione di Berna del 19 settembre 1979 ratificata in Italia dalla legge del 5 agosto 1981 n. 503, ed entrata in vigore il 7 marzo 1997. Parteciperanno anche l’Esercito Italiano, la Marina Militare, l’Aeronautica Militare e i Carabinieri unitamente alla Polizia e ai Vigili del Fuoco.

I volatili verranno liberati, nella villa comunale della municipalità, direttamente dagli studenti delle scuole limitrofe. Simbolica è stata la scelta del luogo poiché a Napoli esiste da tempo un mercato domenicale clandestino concentrato specie in Via Gianturco dove gli uccelli diventano merce in mano a gente senza scrupoli che procedono spesso a maltrattamenti in violazione della normativa vigente che riconosce agli animali in genere alcuni diritti tra cui il “diritto all’affetto”.
Gli uccelli dopo il sequestro vengono trasportati al Centro Veterinario ubicato nell’ex Ospedale Frullone dove vengono ristorati e curati per essere in condizione di spiccare il volo naturale appena guariti dai mali dei maltrattamenti.

Il programma della giornata sostenuto dall’avvocato Angelo Pisani, Presidente dell’8^ municipalità, vedrà anche la partecipazione di cittadini e genitori delle scolaresche e prevederà un intervento di un’autorità che provvederà a spiegare ai presenti il fenomeno del commercio clandestino di animali e i danni che subiscono per effetto dei maltrattamenti.

L’iniziativa è stata organizzata dalla docente Pina Pascarella dell’IC3 Parco Verde di Caivano delegata ai rapporti con le scuole, eventi, manifestazioni teatrali della municipalità, s’inserisce in un più vasto programma di legalità anche mediante un’operazione di sensibilizzazione che non può trascurare i bambini e i giovani che devono trarre dall’esempio e dall’insegnamento familiare e scolastico la loro linfa vitale.

 

LASCIA UN COMMENTO