Arrestato per rapina grazie a profilo genetico estratto da Ris

È stato la comparazione tra i profili genetici estrapolati sui capi di abbigliamento utilizzati per la rapina e il profilo genetico dell’indagato, il fattore decisivo per l’individuazione del secondo presunto autore della violenta tentata rapina avvenuta il 29 marzo 2023 nei confronti di un ingegnere napoletano in un distributore di benzina in via Reggia di Portici,nel quartiere San Giovanni a Teduccio.

La dinamica dell’accaduto è stata ricostruita da Polizia e Carabinieri attraverso i video del sistema di sorveglianza del distributore, le dichiarazioni della vittima e le operazioni tecniche effettuate dal Ris, in particolare l’estrapolazione dei profili genetici sui capi di abbigliamento utilizzati per la rapina, sottoposti a sequestro dopo pochi giorni, e la comparazione con il profilo genetico del 20enne arrestato oggi.

Si tratta del secondo arresto dopo quello di un 17enne a settembre scorso. I reati ipotizzati sono tentata rapina aggravata, tentato omicidio, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e ricettazione.