Caan, Tribunale dichiara risolto concordato preventivo

La II Sezione civile, Ufficio procedure concorsuali, del Tribunale di Nola, ha emesso la sentenza relativa all’istanza avanzata dal creditore finanziario J-Invest, dichiarando la risoluzione del concordato preventivo della società Centro agroalimentare di Napoli S.c.p.a.

La sentenza – benché si auspicasse un provvedimento di natura diversa – non coglie impreparati. Già da tempo, infatti, l’Amministrazione comunale, in qualità di socio di maggioranza, in sinergia con il management, sta lavorando ad una soluzione alternativa per mettere la parola fine all’annosa crisi economico-finanziaria del CAAN.

Il primo Mercato all’ingrosso del sud Italia, infatti, nonostante la situazione debitoria con le banche risalente alla fase di start up, produce utili e dà lavoro ad oltre 2500 famiglie considerando anche l’indotto.

L’Amministrazione conferma grande attenzione per le sorti del CAAN, non solo per le ricadute economiche, ma anche perché costituisce un importante presidio di legalità sul territorio.

Il Comune di Napoli continuerà a perseguire il completo risanamento dell’azienda, in piena sinergia anche con le OO.SS. con le quali, da sempre, c’è un fitto e costruttivo dialogo.

Advertisements