Camorra, arrestato latitante a Barcellona.

Bar e pasticcerie nel cuore del centro storico di Roma gestite da clan mafiosi palermitani. E' quanto accertato dai carabinieri del Ros nell'operazione, coordinata dalla Dda di Roma, che ha portato all'emissione di una ordinanza cautelare nei confronti di 11 persone, 15 gennaio 2021. In particolare i gruppi mafiosi hanno, negli anni, riciclato nella ristorazione ingenti somme di denaro per aprire locali nella zona di Testaccio e Trastevere. Le accuse sono di trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio, reati commessi per agevolare l'associazione mafiosa "Cosa Nostra". ANSA/ ROS CARABINIERI +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Gennaro Esposito, 34enne napoletano, ritenuto elemento di spicco del clan Mazzarella attivo a Napoli, è stato arrestato la scorsa notte a Barcellona.

L’uomo, irreperibile dal luglio del 2020 e destinatario di due provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria partenopea, deve rispondere delle accuse di estorsione aggravata dalle finalità mafiose e associazione a delinquere di tipo mafioso.

La scorsa notte a Barcellona – città dove il latitante si rifugiava – il F. A. S. Team Spagnolo, attivato dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia italiano su precise indicazioni dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli, ha arrestato Esposito, che era insieme con la compagna. La donna, che era partita da Napoli, lo aveva appena raggiunto.

La localizzazione da parte dei carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale di Napoli, si inquadra nell’ambito di un’articolata indagine partita dal novembre scorso e coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia.

Il 34enne è ora in carcere in attesa del provvedimento di estradizione. (ANSA).