Coronavirus, controlli dei Carabinieri, chiusi uno studio odontoiatrico a Mugnano ed un bar a Pozzuoli.

Nella zona dei 'baretti' a Napoli allo scoccare delle 23, come previsto dall'ordinanza anti Covid del governatore della Campania Vincenzo De Luca - camerieri e baristi si apprestano a ritirare sedie e tavolini per chiudere i locali sotto gli occhi degli ultimi clienti ottobre 2020 ANSA / CIRO FUSCO

Uno studio odontoiatrico è stato chiuso, una enoteca è stata multata al pari di diversi bar.
Controlli a tappeto dei carabinieri, tra Napoli e provincia, al fine di verificare il rispetto delle misure anti Covid. In due giorni, i Carabinieri hanno effettuato diversi servizi: 10 le attività e i laboratori controllati.

A Napoli è stata disposta l’immediata chiusura – per 5 giorni – di uno studio odontoiatrico in via Antica.

La titolare non aveva messo in atto delle idonee misure per il contrasto alla diffusione del fenomeno epidemico. Nella sala d’attesa non c’era il gel igienizzante e non era garantito il previsto distanziamento sociale tra i pazienti. Durante il controllo, la titolare è stata sanzionata anche perché non indossava la mascherina chirurgica.

Sanzionato poi il titolare di una enoteca in via D’auria; l’uomo non indossava la mascherina alla presenza dei clienti.

Per la medesima situazione, i carabinieri hanno fatto scattare la sanzione di 400 euro alla titolare di un bar di Sant’Antimo in via Romeo.

A Quarto, invece, i carabinieri della Tenenza di Pozzuoli – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli – hanno sanzionato il titolare di un bar in via Campana; l’attività era aperta di notte nonostante la chiusura imposta dalle recenti normative anti-covid. L’esercizio commerciale è stato chiuso temporaneamente per 5 giorni. (ANSA).