Ex detenuto ucciso a Mondragone.

Guerriglia urbana nel centro di Torino per il corteo di centri sociali e anarchici contro lo sgombero dell'Asilo occupato, ultimato ieri dopo due giorni di tensione, 09 febbraio 2019. Un migliaio di manifestanti, molti dei quali incappucciati o con il casco, hanno creato un clima di terrore per almeno due ore. Quattro persone sono rimaste ferite, una, che faceva parte del corteo, è stata soccorsa da un'ambulanza, ma le sue condizioni sono meno gravi di quello che si era temuto. Il primo bilancio è di 12 manifestanti fermati dalla Polizia. I manifestanti hanno devastato arredi, incendiato cassonetti dei rifiuti, mettendoli poi di traverso per creare sbarramenti nelle vie, hanno divelto cartelli e protezioni stradali, spaccato vetrate, imbrattato muri e vetrine, danneggiato auto, tram e bus. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Un uomo di 29 anni, Ferdinando Longobardi, è stato ucciso a colpi di pistola nella tarda serata di ieri a Mondragone, comune del litorale casertano.

Il 29enne era da poco uscito di carcere. La prima ipotesi è che il delitto sia riconducibile ad un regolamento di conti avvenuto per il controllo dello spaccio di droga a Mondragone.

L’omicidio è avvenuto fuori all’abitazione di Longobardi; questi sarebbe stato probabilmente attirato in una trappola dal killer, che gli ha chiesto di scendere, perché si conoscevano; il 29enne avrebbe anche cercato di difendersi con un coltello.

Advertisements