Inaugurata la Bakery di Pasquale Esposito a Bagnoli con la Graffa protagonista.

0
1403

Lievita come il buon pane BAKERY-Pasqualino, che ieri sera in via Nuova Bagnoli a Napoli si è tenuta l’inaugurazione, con madrina dell’evento la Graffa della tradizione Napoletana.

A fare gli onori casa Pasquale Esposito e la consorte Immacolata Farina, con i figli e un nutrito gruppo di collaboratori. Una vera e propria Bakery che affonda le sue radici nella tradizione Napoletana ma che strizza l’occhio alla contaminazione culinarie, non  solo il profumo del pane ma è un esperienza attraverso i sapori. Per l’evento una vecchia tradizione gastronomica tutta partenopea, la classica Graffa Napoletana. Grazie alla ricetta storica, riscoperta ed elaborata da Pasquale Esposito. Ha presenziato il Portavoce della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, già Delegato per la Provincia di Napoli per il settore Agroalimentare e componente del Dipartimento Nazionale Ambiente Agricoltura Agroalimentare e Turismo MNS Rosario Lopa, che ha sottolineato, come la produzione di qualità, contribuisce nel diffondere e non disperdere l’antica arte e l’alta tradizione della panificazione partenopea, impegnati a garantire al consumatore, la provenienza, gli ingredienti e la tracciabilità del pane, dal forno alla tavola per valorizzare l’arte bianca, far emergere la qualità e l’identità territoriale del pane. Il loro impegno e la loro attività costituiscono un vero esempio di professionalità al servizio della società civile della ristorazione artigianale e tradizionale della città di Napoli. Cosi  che, la graffa,  non è solo un must per una robusta colazione, ma anche un buon motivo per fare merenda e utilizzarla anche come dessert nel dopo cena. Attraverso un’azione di concerto, con le Associazione di categoria e anche con i tanti singoli artigiani Napoletani, appena le condizioni istituzionali c’è lo consentiranno, si potrebbe avviare una promozione itinerante del prodotto ed avviare dei format di preparazione sulla ricetta classica e metodiche di preparazione.     

LASCIA UN COMMENTO