La superportaerei americana USS George H.W.Bush in sosta tecnica a Napoli.

112
090407-N-5735P-0067.ATLANTIC OCEAN (April 7, 2009) The aircraft carrier USS George H.W. Bush (CVN 77) is underway from Naval Station Norfolk conducting acceptance trials and the Board of Inspections and Survey to test the ship's material conditions and readiness. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 1st class Demetrius L. Patton/Released)
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

La portaerei della Marina degli Stati Uniti, la USS George H.W.Bush (CVN-77), che prende il nome dal 41° Presidente, è da ieri in rada al Porto di Napoli.

La nave, ultimo ritrovato tecnologico delle forze armate americane, oltre 100.000 tonnellate di stazza, lunga 333 metri, larga 76, spinta da propoulsori nucleari, appartenente alla classe Nimitz delle “superportaerei”, che ospita al suo interno ben 96 aeromobili tra aeroplani ed elicotteri, in servizio dal 2009, si trova da ieri a Napoli per una sosta programmata.

Gli oltre 5.000 uomini di equipaggio, 3.200 marinai + 2.480 aviatori, potranno fermarsi a visitare Napoli e Pompei, come ha dichiarato il Comandante, il Capitano Dave Pollard: “Sono felice di essere di nuovo in Italia e di poter condividere l’esperienza con i quasi 5mila marinai a bordo della nave, molti dei quali non erano mai stati qui prima d’ora. Non solo abbiamo nella Marina Militare italiana un alleato cruciale, ma abbiamo sempre trovato nel popolo italiano un partner e amico straordinario. Sono stato qui l’ultima volta in veste di ufficiale come comandante della nave USS Mount Whitney. Sono sicuro che l’equipaggio rappresenterà al meglio le proprie famiglie, città, stati e tutto il Paese con grande professionalità e dignità”.

Advertisements