Nigeriano aggredisce tabaccaio alla stazione metro di Chiaiano, arrestato. Salvini: sarà espulso.

Un immigrato della Nigeria di 36 anni è stato arrestato dalla Polizia nella stazione Metrò a Chiaiano, dopo aver aggredito per futili motivi il titolare della tabaccheria-ricevitoria.

L’ uomo, di 52 anni, è stato colpito da un pugno al volto ed è caduto al suolo perdendo sangue dalla bocca. Alcune persone, che hanno assistito alla scena lo hanno soccorso.

Il nigeriano è stato bloccato dalla Vigilanza, che lo ha consegnato ai poliziotti del Commissariato Scampia. Deve rispondere di lesioni gravi.

La FIT (Federazione trasporti) della Cisl parla di “aggressione inconcepibile” e chiede un presidio stabile delle forze di Polizia nelle Stazioni.

Il ministro degli Interni Matteo Salvini ha reso noto che il nigeriano è un richiedente asilo che aveva deciso di uscire dal circuito dell’ accoglienza facendo perdere le proprie tracce. “Per lui scatta il decreto sicurezza. La sua domanda sarà esaminata con proceduta accelerata e in caso di diniego potrà essere espulso”, ha detto Salvini. (ANSA)

Advertisements