Ohana Quartet alla Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli

722
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

oh fNapoli – Domenica 12 Febbraio 2017 – ore 11,00-14,00
Chiesa S.Aniello a Caponapoli 
Largo Sant Aniello a Caponapoli 1 (nei pressi di piazza Bellini).

La chiesa di Sant’Agnello Maggiore, detta anche di Sant’Aniello a Caponapoli o Santa Maria Intercede, è dedicata al compatrono della città di Napoli.
Nella Chiesa, posta in cima all’antica acropoli di Neapolis, è possibile vedere la stratificazione storica urbana succedutasi dall’epoca della fondazione greca fino ad oggi. Dopo un lungo restauro condotto dalle Soprintendenze di Napoli la Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli è riaperta al pubblico ed è interamente sito Unesco.
L’evento è organizzato con Legambiente Campania, nell’ambito della collaborazione offerta al Rettore della Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, d’intesa con il Vicario della Cultura della Curia Arcivescovile di Napoli, per la maggiore fruizione e valorizzazione del prestigioso bene monumentale e della cultura a Napoli.

Ohana Quartet è un progetto musicale ideato dai due fratelli napoletani, Letizia e Antonio Cuofano.
L’idea originaria nasce verso la fine del 2012, quando, spinti dalla passione comune per le lingue, il jazz e il latin jazz, decidono di realizzare un progetto che potesse mettere insieme le tre cose.
La scelta del nome Ohana parte appunto dal senso di famiglia e unione ben espresso dalla lingua hawaiiana.
Gli artisti a cui si ispirano sono i musicisti jazz americani e brasiliani, da Ella Fitzagerald ad Antonio Carlos Jobim, mentre il repertorio abbraccia anche brani Pop contemporanei, rivisitati e riarrangiati.
Nel 2013 e nel 2014 suonano in quartetto con batteria e pianoforte, con diverse collaborazioni di musicisti affermati nel panorama musicale napoletano, jazzistico e non.
Nel dicembre 2014, comincia a farsi viva una nuova idea, quella di trio con chitarra, che viene portata avanti fino alla fine del 2015, quando, dopo varie collaborazioni, sia con l’inserimento della batteria, sia con ‘interventi mirati’ del saxofono tenore di Pasquale Cuofano, si è delineata l’attuale formazione in quartetto (voce, chitarra, basso, batteria).
Attualmente il gruppo è composto da Antonio Cuofano al basso, Letizia Cuofano alla voce, Elia Neri alla chitarra e Antonio Manduca alla batteria e l’intento è quello di intrattenere il pubblico con brani standard jazz e bossa nova cercando di coinvolgerlo e di farlo divertire.
Puoi ascoltare Ohana Quartet al link: http://bit.ly/2kiNeP8

Info e prenotazioni: 3291574932 caponapoli@legambiente.campania.it
Contributo organizzativo: 10 euro con visita guidata alla Chiesa
Ingresso gratuito fino a 13 anni
Riduzione del 50% sul contributo organizzativo per i soci Legambiente.

Advertisements