Primo incontro della Commissione Sicurezza e Legalità con le Municipalità

La Commissione Legalità, presieduta da Pasquale Esposito, ha discusso dello stato della sicurezza in città con il comandante della Polizia locale, Ciro Esposito, e con i presidenti delle municipalità.

Pasquale Esposito ha spiegato l’obiettivo della riunione, facilitare il dialogo tra le municipalità e l’amministrazione centrale per individuare le priorità dei diversi territori sul tema della sicurezza e della legalità.

La presidente della Municipalità 4, Maria Caniglia ha sottolineato la necessità di affrontare la questione dei senza fissa dimora e di prevedere maggiori risorse umane, essenziali per garantire servizi fondamentali come la cura del verde, la pulizia delle caditoie, il contrasto ai mercatini abusivi. Opportuno in questo senso la creazione di un tavolo con tutte le forze dell’ordine, con un focus particolare sulla zona di piazza Garibaldi.

Anche per Clementina Cozzolino, presidente della Municipalità 5, ha chiesto più risorse, in particolare per garantire la sicurezza nell’area pedonale del Vomero, specie la domenica quando c’è la massima affluenza ma, a causa dei distacchi, il personale è ai minimi termini.

Piuttosto grave la situazione della Municipalità 2, specie nell’area di piazza Mercato, ha sottolineato l’assessore municipale Lorenzo Iorio. L’istituzione dell’interforze, ha auspicato, potrebbe risolvere alcuni dei problemi per garantire maggiore sicurezza per i cittadini. Necessario poi affrontare la situazione viabilità di piazza Dante.

Giovanna Mazzone, presidente della Municipalità 1, ha evidenziato la necessità di più personale, specie durante il fine settimana, quando maggiore è l’affluenza sul territorio municipale.

Massimo Cilenti (Napoli Libera) ha sottolineato la necessità di stabilire regole e orari chiari per il carico e scarico e di contrastare le tante attività abusive presenti in città. Sarebbeopportuno una maggiore sinergia tra le diverse attività dell’amministrazione in modo che si agisca in maniera integrata e concreta e affrontare, insieme all’ASL, la questione dei senza fissa dimora.

Per Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) bisogna affrontare subito la questione degli attraversamenti pedonali, installando i dissuasori, in modo da evitare morti tragiche come quelle avvenute nei giorni e nelle settimane passate. Tenuto conto poi delle carenze d’organico, sarebbe auspicabile una maggiore sinergia con lo stato centrale.

Anche per Gennaro Demetrio Paipais (Manfredi Sindaco) in tutta la città c’è un problema di sicurezza urbana. Sarebbe opportuno convocare il tavolo di lavoro per l’infanzia e l’adolescenza in modo da affiancare alla repressione anche l’intervento di potenziamento delle attività educative e sociali per i giovani a rischio.

Per Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) sarebbe auspicabile far girare maggiormente le squadre di polizia locale, a norma di legge, e per rendere più efficace l’azione degli agenti.

Iris Savastano (FI) ha chiesto aggiornamenti sullo stato di realizzazione del piano di sicurezza urbana e ha sottolineato la necessità di sviluppare in maniera integrata gli interventi di sicurezza con le politiche sociali, coinvolgendo il tavolo di lavoro per l’infanzia e l’adolescenza. Opportuna poi maggiore sinergia con la questura e con le altre forze dell’ordine.

Il comandante Ciro Esposito ha espresso soddisfazione per la concretezza della discussione. Nonostante la carenza d’organico, il corpo ha raggiunto tutti gli obiettivi fissati dall’amministrazione. Molto positivo poi l’impegno dell’amministrazione per assumere nuovi agenti con i concorsi. Sul problema dei senza fissa dimora è giàattivo un protocollo che prevede il coinvolgimento di Asìa, Welfare eASL. Sulle aree pedonali del Vomero sarebbe opportuno installare sistemi di videosorveglianza. Esposito ha poi informato dell’avvio di una campagna interforze a partire dalla zona di piazza Garibaldi e ha sottolineato l’importanza di una formazione a 360 gradi degli agenti e ha ribadito l’importanza degli incontri con le scuole per promuovere la cultura della legalità. Nell’ultimo anno sono aumentati poi gli incidenti stradali: l’amministrazione è già intervenuta in varie zone installando i dissuasori e i rialzi. Rispetto all’organizzazione del personale, si tratta di una situazione in evoluzione che consentirà di affiancare i più giovani agli agenti che andranno presto in pensione,in modo da favorire un rinnovamento degli incarichi di responsabilità.

Advertisements