Sciopero trasporti, disagi nelle città. Adesione massiccia a Napoli.

682
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Nuova giornata di scioperi oggi nel trasporto pubblico locale, città a rischio caos.

Forti disagi al traffico nella Capitale nel giorno dello sciopero dei trasporti. Si registrano rallentamenti da via Trionfale a via Laurentina, da via Ostiense a via Cristoforo Colombo, da via Boccea a Muro Torto, da via Pontina a via Aurelia. Traffico congestionato sul tronchetto dell’A24 e code sulla tangenziale Est. Tra le strade più congestionate c’è via Cristoforo Colombo dove da ieri è chiuso il ponte sul laghetto per lavori di manutenzione e messa in sicurezza del viadotto in seguito a interventi di verifica sulla staticità del ponte. Code anche sul Grande raccordo anulare e sulla tangenziale.

Tutte le linee della metro a Roma (A, B e C) sono chiuse a causa dello sciopero. Lo si legge sul sito dell’Atac. La società sottolinea anche che è chiusa a causa dello sciopero anche la linea ferroviaria Roma Lido mentre ci sono forti riduzioni di corse sulla linea Termini Centocelle. Forti riduzioni anche sul servizio urbano della linea Roma Viterbo. Gli scioperi sono stati proclamati dai sindacati di base Sul, Usb e Faisa Confail. Il sindacato Sul ha proclamato uno sciopero di 24 ore mentre i sindacati Usb e Faisa Confail hanno dichiarato 4 ore di stop rispettivamente per Roma dalle ore 11 alle ore 15 e dalle ore 8.30 alle ore 12.30. E’ assicurato quindi il servizio solo nelle fasce di garanzia, sino alle ore 8.30 e dalle ore 17 alle ore 20.

Linea 1 della metro e funicolari ferme, folla alle fermate e bus che stanno rientrando nei depositi. Questi gli effetti a Napoli dello sciopero dei dipendenti del trasporto pubblico proclamato dalla Usb. Lo stop ha avuto inizio alle ore 9 e terminerà alle 13 e sta causando disagi all’utenza. L’Anm comunicherà in mattinata i dati sull’adesione che si preannuncia massiccia.

Nuova giornata di scioperi nel trasporto pubblico locale, proclamati da Usb, Faisa-Confail e Sul-Ct, con disagi attesi per la circolazione di bus, tram e metro. Uno sciopero nazionale di 4 ore nel Tpl è stato infatti proclamato dall’Usb e verrà messo in campo con articolazioni decise a livello territoriale e l’incontro tenutosi nella serata non è servito a scongiurare la protesta.

Nelle principali città, le fasce di astensione saranno dunque diverse: a Roma l’agitazione è prevista dalle ore 11.00 alle 15.00; a Torino dalle ore 18.00 alle 22.00; a Milano dalle ore 18.00 alle 22.00; a Napoli per bus e metro dalle ore 9.00 alle 13.00.

Ad aver proclamato lo sciopero nazionale sono anche i sindacati Faisa-Confail (stop di 4 ore, a Roma in calendario dalle 8.30 alle 12.30) e Sul-Ct (stop di 24 ore), sempre con modalità territoriali.

Nel caso della protesta di 24 ore saranno in vigore le due fasce di garanzia durante le quali il servizio funzionerà regolarmente: fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. L’ultimo sciopero nel settore dei trasporti del 16 giugno (allora generale e per l’intera giornata) proclamato da sindacati autonomi e di base aveva portato lo stesso ministro dei Trasporti Graziano Delrio a parlare di ‘venerdì nero’. Tra le ragioni della protesta, spiega l’Unione sindacale di base, quella di “difendere il diritto dell’esercizio di sciopero nei servizi pubblici essenziali, contro la politica delle privatizzazioni, le norme per la riorganizzazione dei servizi pubblici locali e delle aziende partecipate che prevedono fusioni, chiusure e liquidazioni e un esubero di personale di oltre 300.000 lavoratori”. (ANSA)

Advertisements