Sepe: non arrendiamoci e rispettiamo le regole.

La messa di Pasqua, officiata dal cardinale Crescenzio Sepe, nel duomo di Napoli deserto, 12 Aprile 2020 ANSA/CESARE ABBATE/

“Non arrenderci di fronte al male, ma combatterlo con tutte le nostre forze, soprattutto facendoci responsabili del nostro comportamento di cittadini e cristiani, rispettando le regole che ci sono state date”.

Lo ha sottolineato il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, celebrando nel duomo a porte chiuse la messa di Pasqua trasmessa in diretta dall’emittente Canale 21.

“Proprio perché Cristo è risorto e ha vinto il male e la morte, l’amore – ha aggiunto Sepe – è diventato il nuovo comandamento dell’umanità. Che spettacolo di fraternità e di solidarietà stanno dando a tutti l’impegno di tanti medici e paramedici, fino a dare la propria vita per i tanti ammalati. Quanto amore e solidarietà stanno esprimendo organizzazioni pubbliche e private che aiutano con ogni mezzo materiale e spirituale quanti stanno vivendo momenti di difficoltà economiche e sociali. Cristo, che ci ha insegnato ad amarci, vive in loro e con loro”. (ANSA)