Consiglio Comunale, confronto sulle partecipate e approvazione di 11 delibere

In presenza di 24 consiglieri comunali la presidente Vincenza Amato ha aperto la seduta del Consiglio comunale in in via Verdi dove ai sensi dell’art 37 del Regolamento Iris Savastano (Forza Italia) ha chiesto di avere aggiornamenti sul tema delle Terme di Agnano e un tavolo di concertazione, perché sono ormai due anni che i lavoratori attendono di conoscere il loro futuro. Toti Lange (Misto) ha chiesto una riflessione sul tema di Napoli attrattore turistico di qualità e sollecitato un contrasto più forte al fenomeno della vendita ambulante di prodotti contraffatti. Salvatore Guangi (Forza Italia) per criticare il numero eccessivo di punti all’ordine dei lavori, un fatto che impedisce una discussione nel merito degli atti.

L’aula ha approvato a maggioranza con 22 voti favorevoli e 4 voti contrari la delibera 509, relativa allo stato di attuazione del piano di razionalizzazione delle società partecipate detenute dall’Ente. Una delibera, ha chiarito l’assessore al Bilancio Pierpaolo Baretta, che non ha nulla a che vedere con la riorganizzazione delle partecipate prevista dal Patto per Napoli, ma riguarda scadenze imminenti per l’approvazione dei piani di razionalizzazione, il prossimo 31 dicembre, termine oltre il quale l’amministrazione pagherebbe una sanzione così come previsto dalla legge. Nel dibattito i consiglieri Salvatore Guangi (Forza Italia), Toti Lange ( Misto), Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco), Aniello Esposito (Partito democratico) hanno sottolineando la necessità di un nuovo management per le partecipate. Il consigliere Sergio D’Angelo (Napoli solidale Europa verde Difendi la città) ha ribadito l’opportunità, dopo due anni, di intervenire sulle partecipate, in particolar modo sulle società in liquidazione da anni, sul futuro della Mostra d’Oltremare e sull’atteso ricambio delle governance. Il presidente della commissione Bilancio Walter Savarese d’Atri ha annunciato un ordine del giorno per intervenire su alcune perplessità. Iris Savastano (Forza Italia), ha ribadito la deriva sbagliata che stanno prendendo i lavori del Consiglio, in tutta la relazione dell’assessore, ha detto, non ci sono riferimenti ai lavoratori che da 10 mesi non prendono lo stipendio, né ci sono novità su Bagnoli, su cui serve un consiglio monotematico, tutto questo è scandaloso e va affrontato al più presto. Antonio Bassolino (Misto) ha evidenziato la necessità di discussioni approfondite sulla situazione occupazionale delle Terme, sul rilancio della Mostra. Per Bassolino c’è un divario enorme tra l’impressionante conformismo degli ambienti ufficiali della città e l’insoddisfazione di tanti cittadini per il malfunzionamento delle piccole cose della vita quotidiana. Luigi Carbone ( Napoli solidale Europa verde Difendi la città) ha suggerito una riflessione sulle partecipate anche in funzione delle nuove esigenze della città in tema di turismo di qualità e di destagionalizzazione dei flussi. Nino Simeone (Misto) ha ricordato che l’alienazione delle quote societarie della Napoli Citysightseeing era già stata votata dal Consiglio, e che è a suo avviso condivisibile perché non sono chiari quali benefici tragga il Comune dalla partecipazione a una società totalmente privata. Ha condiviso i contenuti dell’ordine del giorno che verrà presentato. Fulvio Fucito ( Manfredi sindaco) vede in questa delibera il primo passo per una riforma delle partecipate, e ha condiviso le critiche sulle modalità operative che hanno impedito discussioni preventive in commissione. Gennaro Rispoli ( Napoli Libera) ha condiviso i dubbi e le perplessità espresse , specie su Terme e Citysightseeing. Massimo Cilenti (Napoli Libera) ha ricordato l’importanza, dopo due anni, di affrontare il tema delle partecipate e in particolare soffermarsi sul ruolo strategico del Caan. Nella replica Baretta ha ribadito che ci sono sicuramente degli approfondimenti da fare, con la dovuta delicatezza nel trattare temi nel rispetto delle norme e senza forzature, come nel caso delle Terme di Agnano. Ha chiarito alcuni aspetti del Caan e di Bagnoli, assicurando il coinvolgimento diretto del Consiglio comunale. Su Bagnoli la cabina di regia non viene convocata, e il Sindaco, commissario straordinario, è dovuto intervenire per chiedere l’interessamento del Governo. Sulle quote Citysightseeing, sulle quali il Consiglio si è pronunciato il 2018, e si è ritenuto di confermare questo orientamento, ma si può approfondire se richiesto dal Consiglio. Emendata e approvata a maggioranza una mozione di Forza Italia che impegna l’Amministrazione a convocare quanto prima un consiglio comunale monotematico su Bagnoli e alla unanimità una mozione, sempre di Forza Italia, che impegna Sindaco e Giunta ad attuare azioni volte a tutelare i dipendenti delle Terme di Agnano, inserendoli in un necessario riassetto organizzativo. A maggioranza è stato emendato e approvato, con 23 voti favorevoli e l’astensione del consigliere Rispoli, anche un ordine del giorno presentato dal gruppo Manfredi Sindaco che impegna Sindaco e Giunta, entro due mesi, ad approfondire con una relazione particolareggiata lo stato delle partecipate e della loro riorganizzazione.

Oltre alla delibera sulle partecipate, sono state approvate 11 delibere, poi constata la presenza di 18 consiglieri dopo la verifica del numero legale, il consiglio proseguirà i suoi lavori domani alle ore 10,00 nella seduta già programmata in seconda convocazione. In precedenza l’Aula ha approvato a maggioranza con l’astensione dei consiglieri Lange e Clemente e il voto contrario dei gruppi di Forza Italia e Maresca e del consigliere Grimaldi la delibera 524 sull’approvazione della ricognizione periodica della situazione gestionale dei servizi pubblici locali di rilevanza economica offerti sul territorio del Comune di Napoli, illustrata dall’assessore Baretta che ha ricordato l’obbligo normativo contenuto nel decreto legislativo 201 del 2022 che prevede la ricognizione annuale. Nel dibattito Sergio D’Angelo (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la Città) ha chiesto che venga portato al più presto in aula il piano industriale di Asìa, necessario per la definizione del valore della Tari, Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) che ha invitato a prevedere meccanismi premiali per i cittadini in regola con la tassa sui rifiuti e ad aumentare il personale a servizio degli impianti sportivi, Salvatore Guangi (Forza Italia) ha chiesto un ritiro della delibera per consentirne un esame più approfondito e per invitare ad una maggiore attenzione sull’igiene della città, i servizi cimiteriali e sportivi, annunciando voto contrario. Rosario Andreozzi (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la Città) ha criticato la mancanza di un vero piano industriale di Asìa e la mancanza di risorse e personale per far decollare il porta a porta e ha richiamato l’attenzione sul pericolo che il ciclo integrato dei rifiuti finisca ai privati. L’assessore al Bilancio ha, poi, illustrato il cosiddetto ‘maxiemendamento’, la deliberazione n. 457 di variazione al bilancio di previsione per assicurare la copertura finanziaria degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria necessari alla rigenerazione del tessuto immobiliare e della rete viaria di proprietà comunale, per un importo complessivo di 3.820.000 euro, approvata a maggioranza con il voto contrario delle opposizioni e l’astensione di Toti Lange. A maggioranza, con 20 voti favorevoli e l’astensione di Toti Lange, è stata approvata anche la delibera n. 458, illustrata dall’assessora al Turismo Teresa Armato, di variazione al bilancio di previsione per assicurare la copertura finanziaria, per l’importo di 80mila euro, dell’evento turistico finalizzato alla promozione e divulgazione della tradizione e cultura del caffè a Napoli, anche a seguito dell’istituzione, con un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale, della giornata del caffè napoletano. Approvata all’unanimità la deliberazione n. 459 di variazione al Bilancio di previsione per istituzione del capitolo di entrata e dei capitoli di spesa per il Progetto “Napoli CultourTech 2022” finanziato dal Ministero del Turismo per un importo pari a euro 2.027.884,87. nell’illustrazione l’Assessora al turismo Teresa Armato ha spiegato che i fondi saranno utilizzati per implementare i servizi in favore del turismo. La consigliera Iris Savastano, nell’annunciare voto favorevole, ha chiesto una discussione in commissione per fare chiarezza sui criteri di spesa. Il presidente della Commissione Cultura e Turismo Luigi Carbone ha auspicato nel 2024 per il turismo sostenibile la presenza di bagni e di servizi digitali. Approvata all’unanimità anche Deliberazione di G.C. n. 461 per incrementare di 100mila euro la manutenzione e rifunzionalizzazione dei lidi e degli arenili, proposto dall’assessore Edoardo Cosenza. In particolare gli interventi saranno effettuati presso il Lido di Bagnoli, gli arenili di Rotonda Diaz e Gaiola, l’arenile pubblico di San Giovanni e la spiaggia di Boccaperti. Intervenuti con favore Toti Lange (Misto) Gennaro Esposito e Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco), Luigi Carbone e Flavia Sorrentino (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la città) che ha chiesto una monotematica per discutere sulla risorsa mare. La presidente del Consiglio Enza Amato ha ricordato lo sforzo dell’Amministrazione nel riaprire il lido di Bagnoli, una parte del progetto di rilancio del quartiere di Bagnoli. L’auspicio è che a fine consiliatura il mare di Bagnoli sia interamente fruibile e accessibile. Per quanto riguarda fontanelle e beverini, l’assessore Cosenza ha spiegato che impegnerà ancora di più Abc per la loro manutenzione e la valorizzazione delle fontane storiche. Nella discussione è stata illustrata anche una mozione, presentata dal gruppo Forza Italia, che chiede di non eliminare importanti fontanelle nella città e far sì che ne vengano installate di nuove. La mozione è stata emendata e approvata a maggioranza con l’astensione di Lange. La delibera 470 sulla variazione di bilancio con i poteri del Consiglio per garantire gli impegni giuridici e i pagamenti previsti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e altri piani nazionali è stata illustrata dall’assessora Chiara Marciani e approvata a maggioranza con il voto contrario del gruppo di Forza Italia. La delibera 467 sulla variazione di assestamento e salvaguardia degli equilibri di bilancio è stata illustrata dall’assessore Baretta e approvata a maggioranza con il voto contrario del gruppo di Forza Italia. L’assessora Teresa Armato ha illustrato la deliberazione 468, relativa a una variazione di bilancio per gli interventi finanziati da trasferimenti a destinazione vincolata di competenza del Servizio Grande Progetto UNESCO al fine di garantire le condizioni necessarie all’attuazione tempestiva delle operazioni finanziate. Il documento è stato approvato a maggioranza con il voto contrario di Forza Italia. La delibera 469 sull’approvazione dello schema di accordo tra Comune e Città Metropolitana per la formazione di un cartellone di eventi metropolitani 2023-2024 da promuovere sul territorio metropolitano e finanziato per un milione e mezzo di euro con fondi della Città Metropolitana da svolgersi tra dicembre 23 e settembre 24, tra i quali anche lo spettacolo di questo fine anno, illustrata dall’assessore Baretta, è stata approvata a maggioranza con l’astensione del consigliere Lange e il voto contrario del gruppo di Forza Italia dopo un dibattito sulla destinazione dei fondi. La deliberazione n. 460 di variazione al bilancio di previsione per l’importo di 150.000 per incrementare i fondi per la promozione turistica, in particolare nelle periferie, è stata illustrata dall’assessora Teresa Armato e approvata alla unanimità. Si è svolto un lungo dibattito prima della approvazione della delibera sulla possibilità di istituzionalizzare in città feste che valorizzino i territori e la storia delle Municipalità, come la Festa della ciliegia, con Salvatore Guangi (Forza Italia) che ha proposto un ordine del giorno, che verrà approfondito successivamente, che impegna Sindaco e Giunta a promuovere la possibilità di realizzare la festa della ciliegia nel territorio dell’Ottava Municipalità e l’istituzione della giornata cittadina della ciliegia. La deliberazione n. 453 relativa alla variazione di bilancio di previsione per la programmazione di una serie di eventi e iniziative realizzati nel periodo novembre – dicembre 2023 e destinati ai giovani, per una cifra di circa 30mila euro, è stata illustrata dall’assessora Chiara Marciani e approvata a maggioranza con l’astensione del gruppo di Forza Italia e dei consiglieri Lange, Sorrentino e Sergio D’Angelo. Nel dibattito Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) e Iris Savastano (Forza Italia) hanno chiesto per il futuro maggiori dettagli e chiarimenti sulle spese effettuate. Flavia Sorrentino (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la città) ha espresso perplessità sulla delibera e annunciato la sua astensione.

Advertisements