E’ rottura tra Mdp e Pd. Guerra: tempo scaduto. Marcon (Si): soggetto unitario alternativo al Pd con Grasso leader.

da Tribuna Politica Web

“E stato un incontro cordiale e  approfondito. Non abbiamo dato la disponibilità a una trattativa in  quanto abbiamo ri-sottolineato come le differenze di impostazione  politica fra noi e il Pd sono su temi di fondo che interessano la vita delle persone e su queste non ci sono dei credibili piani di  convergenza”. Così Cecilia Guerra, capogruppo di Mdp al Senato, dopo  l’incontro con il vicesegretario Pd Maurizio Martina, Piero Fassino e  Cesare Damiano.

“Ai nostri ospiti abbiamo detto che il  tempo è scaduto: non ci sono margini per alcuna intesa con chi in  questi anni ha fatto delle politiche che riteniamo sbagliate. Scelte  che abbiamo contestato duramente.

Costruiremo insieme ad Articolo 1, a Possibile e a tante esperienze della società civile una lista per dire che la nostra Italia ha bisogno di politiche diverse da quelle che il  Pd ha realizzato in questi anni”.

Lo ha detto il capogruppo di  Si-Possibile alla Camera Giulio Marcon, che insieme alla capogruppo di Mdp al Senato Cecilia Guerra ha incontrato una delegazione del Pd  formata dal vicesegretario Maurizio Martina, Piero Fassino e Cesare  Damiano.

Marcon ha anche aggiunto  “Il 3 dicembre avremo una grande  occasione per mettere in evidenza la partecipazione del popolo della  sinistra a questa nuova esperienza e naturalmente Grasso sarà il  nostro leader”.

Advertisements