Spettacolo, Schifone: indennità di discontinuità per i lavoratori, fatti e non parole

“L’indennità di discontinuità in favore dei lavoratori dello spettacolo deciso dal governo Meloni rappresenta un segnale importante per uno dei settori fondamentali della cultura e dell’economia italiana”.

Lo afferma Luciano Schifone, consigliere del ministro Gennaro Sangiuliano.

“Ancora una volta l’Esecutivo ha dimostrato attenzione verso i lavoratori, evitando, però, di spendere inutili fondi in bonus a pioggia. I professionisti dello spettacolo, proprio per l’atipicità del loro impiego, sono soggetti a vari fattori esterni e spesso, come per esempio durante il periodo pandemico, sono impossibilitati a svolgere la propria attività per motivi da loro indipendenti. La misura introdotta con il dl n. 175 del 30 novembre 2023, non è una misura spot: il governo, infatti, ha deciso di renderla strutturale e sarà possibile chiedere il contributo già da quest’anno, presentando la domanda entro il 15 dicembre prossimo” sottolinea Schifone.

“Importante anche la cifra che verrà stanziata. Chi vorrà, infatti, potrà ricevere fino a 4000 euro presentando una semplice domanda entro il 30 marzo di ciascun anno. Una differenza importante, rispetto ai miseri bonus senza scopo distribuiti nel recente passato dai precedenti governi”, conclude Schifone.

Advertisements