Due Siciliae in breve, presentazione del libro di Annunziata Sannino giovedì 16 all Scuderie di Villa Favorita

Giovedì 16 maggio, il recupero della memoria storica dei luoghi e dell’identità compie un altro passo in avanti, con un appuntamento dedicato alla formazione. Sarà in quella data, infatti, che, alle 18:00, presso le Scuderie di Villa La Favorita (in Corso Resina, 330/332) ad Ercolano (NA), si terrà la presentazione del libro “Due Siciliae in breve” di Annunziata Sannino (per Giammarino Editore).  

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco, avv. Ciro Buonajuto, e moderati dall’ editore Gino Giammarino, interverranno, con l’autrice Nunzia Sannino, l’Assessore alla cultura del Comune di Ercolano, dott/ssa Carmela Saulino, la Marchesa Federica Cattaneo de Gregorio, delegata per Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, la prefatrice – prof. di letteratura Storia moderna della Federico II, Ornella Aprile, l’artista Marco Russolillo, la prof. Lucia Di Mauro, segretario nazionale CDS (Comitati Due Sicilie) e Grazia Caruso, docente IC Da Vinci Comes – Portici.

A leggere alcuni passi del testo sarà l’attrice Agnese Laurenza.

 

L’originale pamphlet apre un percorso storico/formativo del Bel Paese per un progetto dedicato principalmente ai giovani (ma che non si pone limiti), raccontando fatti storici con il linguaggio stringato e la visione da social.
“Se la vocazione del nostro territorio è quella del turismo – dichiara l’autrice – i nostri ragazzi devono conoscere la nostra, la loro storia. Ho scritto questo libro affinché tutte le identità che compongono il nostro Paese imparino a convivere nel segno del rispetto per le reciproche storie, nel solco della conservazione delle tradizioni, che poi sono il giacimento naturale del turismo, appunto”.

Lo scorso 6 maggio 2024 si è tenuta la cerimonia con la quale il Sindaco di Ercolano, avv. Ciro Buonajuto – alla presenza del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e dell’ex premier Matteo Renzi – ha consegnato ai cittadini una piazza di 5.000 metri quadrati affacciata sugli Scavi dedicandola a Carlo di Borbone, realizzata grazie al partenariato tra il Comune e il Packard Humanities Institute.
“Piazza Carlo di Borbone non è solo un’opera di rigenerazione urbana, ma rappresenta un’opera di riqualificazione sociale iniziata nel 2014 con il sostegno del parco archeologico e di un filantropo a cui non smetteremo mai di dire grazie” – ha dichiarato all’epoca il Primo Cittadino di Ercolano.