Quali sono i primi sintomi di gravidanza

189
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Pensi di essere incinta? Nelle primissime settimane di gravidanza, ancora prima del ritardo delle mestruazioni e di effettuare un test, si manifestano dei sintomi che possono indicare l’impianto di un embrione.

Il corpo della futura mamma si prepara ad affrontare una gravidanza: per questo motivo le donne spesso notano dei cambiamenti, già a partire dalla prima settimana. Tuttavia, molto spesso i sintomi della gravidanza passano sotto silenzio e le donne cominciano ad accorgersi di essere incinta qualche settimana più tardi.

Come capire che si è incinta prima del ritardo delle mestruazioni? Scopriamo insieme i sintomi della prima settimana di gravidanza.

Come riconoscere i primi sintomi di gravidanza

  • Quando nella tuba di Falloppio avviene l’incontro tra la cellula uovo e lo spermatozoo, l’embrione impiega qualche giorno per annidarsi nella cavità uterina. Questa operazione porterà dei cambiamenti all’interno dell’utero, seguiti da dolori e fitte al basso ventre. Si tratta dei crampi da impianto, che rientrano tra i primissimi sintomi della gravidanza.
  • Hai difficoltà a dormire a pancia in giù perché ti fa male il seno? Se riscontri tensione mammaria e un ingrandimento del seno, potresti essere incinta. Tra i primi sintomi di gravidanza molte donne lamentano una maggiore sensibilità del seno e dei capezzoli. Tutto questo accade perché gli ormoni esercitano un impatto sulla ghiandola mammaria, allo scopo di prepararla alla produzione di latte.
  • La maggioranza delle donne sospetta di essere incinta quando nota l’assenza di mestruazione. Tuttavia, può capitare che, anche se incinta, una donna abbia perdite di sangue. Si tratta di una conseguenza dell’impianto dell’embrione, con sanguinamento che differisce da caso a caso.
  • La nausea è tra i sintomi di gravidanza più diffusi: compare intorno alla quinta settimana e passa spontaneamente una volta superato il primo trimestre. Insieme alla nausea, spesso le donne percepiscono un’alterazione del gusto e una maggiore sensibilità agli odori.

Se stai pianificando una gravidanza, è consigliato assumere una supplementazione vitaminica o minerale. L’assunzione di integratori alimentari per gravidanza dovrebbe iniziare almeno 30 giorni prima del concepimento, per tutta la durata della gravidanza e fino all’allattamento. Durante questo speciale periodo, infatti, l’organismo necessita di tutti i nutrienti necessari per prepararsi a portare a termine una gravidanza. I migliori integratori per gravidanza in circolazione? Quelli contenenti acido folico e DHA (Omega-3), come Prontogral 500 di Leonardo Medica.

Advertisements