Rumore di fondo, Gea Martire alla Sala Molière di Pozzuoli sabato 12 e domenica 13.

Sabato 13 (alle ore 21.00) e domenica 14 maggio (alle ore 19.00), nel Teatro Sala Molière di Pozzuoli (Viale Bognar, 21), diretto da Nando Paone, andrà in scena “Rumore di Fondo”, presentato da Teatro Segreto, con Gea Martire e Antonella Ippolito per la regia di Nadia Baldi e le musiche di Ivo Parlati che le eseguirà dal vivo (batteria ed elettronica).

Lo spettacolo nasce da un’ispirazione che ruota intorno alla vita di Carmine Ammirati, un ragazzo orfano di femminicidio, e dall’incontro artistico tra le visioni musicali di Ivo Parlati e il mondo creativo di Nadia Baldi.

Un concerto elogio alla speranza, un racconto di orfani speciali: orfani di femminicidio. Bambini deprivati dell’amore primordiale. La musica è pensata come un racconto evocativo di risonanze emotive che attraversano il “non-me”, una realtà non reale che cammina verso quel flebile confine chiamato speranza. La speranza è la spinta vitale tipica dei bambini che, scacciando quel drammatico “rumore di fondo”, sfocia in un antidoto vivace di dolce rinascita. Questa è la storia di una madre, una donna uccisa dopo ventitré denunce e più che chiamarsi femminicidio, può definirsi omicidio di Stato.