Boxe, Memorial Geppino Silvestri da mercoledì 12 a sabato 15 a Cercola.

798
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

La dodicesima edizione del Memorial Geppino Silvestri sarà una grande festa della boxe. Quattro giorni di incontri, dal 12 al 15 settembre a partire dalle ore 18 con ingresso gratuito agli spalti, che permetteranno ai pugili provenienti da tutta la Campania di conquistare i pass per le fasi finali dei Campionati Italiani delle categorie Schoolboys e Junior.

L’evento si svolgerà al palazzetto Caravita di Cercola (Centro Federale FIPAV Campania) con il supporto dello sponsor, lo studio dentistico del dottor Luigi Vittozzi, e vedrà salire sul ring circa cento atleti.

 

Per la Napoliboxe saranno impegnati gli Schoolboys Alessandro Cuccurullo (55kg), Giuseppe Ottati (55kg) e Mattia Sciarrillo (44,5kg) e gli Junior Mohamed Benaicha (52kg) e Vincenzo Terlizzi (70kg). A completare il programma, già molto ricco, ci sarà un evento speciale. Venerdì 14 settembre salirà sul ring il peso massimo Christian Scognamiglio, pugile professionista, che tornerà a combattere dopo alcuni mesi di stop e che punta a ritrovare la forma migliore per ambire a un titolo nazionale nei prossimi mesi. Il suo avversario sarà il laziale Cristian Solito.

“La Napoliboxe continua a essere un punto di riferimento per il pugilato a Napoli – spiega il maestro Lino Silvestri -. Dopo le manifestazioni estive organizzate nelle piazze della città per stare sempre più a contatto con i giovani napoletani, torniamo in un palazzetto per un evento complesso e molto bello. Avremo circa cento atleti che lotteranno per andare ai campionati nazionali e sono certo che anche i miei allievi sapranno farsi spazio per provare a portare a casa un titolo prestigioso. Essendoci tanti giovani mi è sembrato giusto abbinare a questo evento il Memorial Geppino Silvestri. Mio padre ha formato tanti pugili e ha insegnato ai ragazzi napoletani i valori sani del pugilato, quelli che ancora oggi provo a trasmettere ai miei allievi. E sono contento anche per il ritorno sul ring di Christian Scognamiglio, un ragazzo giovane ma dalle grandi qualità che penso possa fare molta strada tra i professionisti. Il vero orgoglio, però, è rappresentato dai tanti ragazzi dei quartieri difficili che riusciamo a portare in palestra togliendoli dalla strada: vedere alcuni di loro combattere in un’occasione così importante è la nostra maggiore soddisfazione”.

Advertisements