Doppio Mertens e Insigne, il Napoli vince a Salisburgo e fa un passo avanti verso gli ottavi di Champions.

epa07944370 Napoli's Lorenzo Insigne celebrates after scoring during the UEFA Champions League group E soccer match between FC Salzburg and SSC Napoli in Salzburg, Austria, 23 October 2019. *** Local Caption *** 55569152 EPA/CHRISTIAN BRUNA *** Local Caption *** 55569152

Il Napoli ha battuto il Salisburgo 3-2 (1-1) in una partita della terza giornata del gruppo E della Champions League. Il successo lascia la squadra di Ancelotti in vetta al gruppo E, con sette punti in tre gare e quattro lunghezze di vantaggio sugli austriaci.

Il risultato è gran parte opera di due tra i migliori in campo: il belga Mertens, che ha siglato una doppietta e che con 116 reti ha superato Maradona come miglior goleador della storia del Napoli, e il 19enne bomber di casa Halland, che a sua volta con due reti diventa con sei centri il capocannoniere della Champions.

Il gol decisivo è stato però siglato da Insigne, lasciato all’inizio in panchina da Ancelotti ma dimostratosi ancora una volta decisivo.

“Abbiamo preparato la partita per giocare in velocità, non è stata una gara semplice e alla fine portiamo a casa tre punti importanti”. Queste le prime parole del tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, dopo il successo a Salisburgo. “Questa partita ci mette in vantaggio per la qualificazione – ha proseguito . Col Salisburgo ce la giocheremo in casa con un piccolo vantaggio. Gara della svolta? Se è così lo vedremo con la Spal”. “La squadra ha interpretato bene tutte le situazioni in una gara difficile – ha aggiunto Ancelotti a Sky -. sapevano di dover soffrire e la squadra ha fatto ciò che doveva. Insigne? Gli ho detto che non sapevo quanto avrebbe giocato ma che sarebbe stato decisivo… Mertens ha lavorato bene con idee chiare”.

“Io accetto le scelte di Ancelotti e sono andato in panchina tranquillo. Per vincere questa partita serviva tutta la squadra e stasera s’è visto, tutti noi che siamo entrati abbiamo dato il nostro contributo”. Lo ha detto l’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne ai Sky Sport dopo la vittoria a Salisburgo. “L’abbraccio al mister? Ho avuto degli screzi con lui, ma è acqua passata – ha affermato Insigne -. Lo stimo tanto, è un grande allenatore e ci tenevo a correre verso di lui. Ho sbagliato io qualche atteggiamento, ho chiesto scusa ed è tutto alle spalle”. “Siamo felici per la vittoria di oggi, è giusto festeggiare – ha proseguito . ma restiamo sereni per le altre partite. Ora dobbiamo pensare al campionato”. (ANSA)

Advertisements