Napoli da Champions, vittoria a Francoforte e quarti più vicini.

epa10482629 Napoli's Giovanni Di Lorenzo (L) celebrates with Khvicha Kvaratskhelia after scoring the team's second goal during the UEFA Champions League, Round of 16, 1st leg between Eintracht Frankfurt and SSC Napoli in Frankfurt, Germany, 21 February 2023. EPA/Ronald Wittek

Nuova impresa del Napoli che al Deutsche Bank Park di Francoforte infierisce anche sull’Eintracht, vince 2-0 dominando per 90 minuti e ipoteca la qualificazione ai quarti di finale di Champions.

La superiorità della squadra di Spalletti in certi momenti della partita e prima ancora dell’espulsione di Kolo Muani che lascia gli avversari in inferiorità numerica è davvero imbarazzante.

Glasner che nella conferenza stampa di presentazione del match aveva irriso il gioco all’italiana, schiera un catenaccio impressionante con una linea difensiva a cinque e quattro centrocampisti a ridosso della retroguardia, lasciando in avanti il solo Kolo Muani. I tedeschi nel primo quarto d’ora di gioco riescono in qualche circostanza a uscire dalla propria metà campo ma appena il Napoli prende le misure giuste all’avversaria, in campo c’è solo la squadra di Spalletti.

Dal piede di Lozano partono le azioni decisive nel finale della prima frazione di gioco. Al 35′ il messicano, lanciato da Di Lorenzo entra in area di rigore e conclude colpendo il palo.

Sulla ribattuta del legno s’avventa Osimhen che ruba il tempo a Tuta il quale lo falcia in area di rigore. Il calcio dagli undici metri è affidato a Kvaratskhelia, ma Trapp intuisce la traiettoria e devia in angolo.

Passano quattro minuti e Lozano vola ancora sulla fascia e piazza il pallone al centro dove Osimhen s’avventa e devia in rete. E’ il 39′ e dopo un solo minuto l’azione si ripete in fotocopia. Questa volta però l’attaccate nigeriano è leggermente avanti alla linea della palla e il gol viene annullato.

Nella ripresa i tedeschi sembrano disorientati e il Napoli imperversa. Lozano e Kvaraskhelia non concretizzano due favorevolissime occasioni. Al 12′ Kolo Muani interviene con il piede a martello su Anguissa e l’arbitro Dias lo espelle.

Al 20′ Kvaraskhelia entra in area di rigore, serve con un colpo di tacco Di Lorenzo che insacca con tiro ad effetto.

La partita in pratica finisce qui. . (ANSA).

”La squadra ha iniziato con personalità dai primi minuti ed ha fatto quello che doveva fare dal punto di vista della ricerca per prendere la partita in mano”.

Luciano Spalletti è giustamente felice per il risultato e per la prestazione della sua squadra.

”Se lasci all’Eientracht l’iniziativa – dice ai microfoni di Sky – loro sono bravi a giocare con quattro centrocampisti e sanno benissimo andare a trovare l’uomo libero per cui c’era da tenere palla e quando la palla veniva persa montargli addoso affinchè non trovassero mai le distanze”.

”E’ stata una partita corretta dal nostro punto di vista – aggiunge il tecnico del Napoli – e sono queste le partite che noi vogliamo, con continui ribaltamenti di fronte” ”Ora – osserva Spalletti – ci vuole calma. C’è da giocare e vincere la prossima partita. Il maggior pericolo è la presunzione. Quando credi di avere un vantaggio e la partita non la gestisci bene a livello mentale, può sempre arrivare un episodio sfavorevole che rimette tutto in discussione. C’è da giocarev la prossia e bisogna vincerla. L’Eintracht ha giocatori forti che oggi erano fuori squadra e che possono cambiare le cose. Abbiamo dimostrato di poter passare il turno, ma il turno va passato”. (ANSA)

Advertisements