Mesothalassia, dall’Adriatico al Tirreno alla scoperta delle biodiversità, tappa finale alla Stazione Zoologica Dohrn.

0
60

TUMORI: A NAPOLI TEAM MEDICO PER STUDIO GAMBERO ANTI-CANCROSi chiama Mesothalassia, ed è una ciclo-staffetta di divulgazione scientifica con tema principale l’acqua e la sua importanza come fonte di vita, energia e biodiversità.

Il viaggio, ideato e organizzato dall’ecologo Domenico D’Alelio e coordinato dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, si terrà dal 28 giugno al 7 luglio 2015 e unirà due siti di ricerca ecologica a lungo termine, passando dall’Adriatico al Tirreno, in una decina di tappe, attraverso Molise, Puglia, Basilicata e Campania.

Il viaggio partirà da Termoli e si concluderà con due giorni di eventi tra Ischia e Napoli, dopo aver attraversato numerose località di importanza naturalistica, culturale ed economico-sociale, riserve naturali, siti archeologici, borghi, piccole realtà produttive agroalimentari. Mesothalassia prevede numerose attività di divulgazione scientifica, coinvolgendo il pubblico in osservazioni di piante e animali fuori e dentro le acque di mari, lagune, fiumi e laghi. La ciclo-staffetta sarà un evento aperto a tutti e aggregherà amanti di bici e natura dalle Regioni attraversate.

Mesothalassia nasce all’interno di un contesto più ampio, che coinvolge il Consiglio Nazionale delle Ricerche e diversi istituti di ricerca ed università. Giovedì 16 Aprile, alle ore 12, nella Sala Seminari della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, la presentazione. Maria Grazia Mazzocchi, ricercatrice della Dohrn, parlerà delle reti di Ricerca Ecologica a Lungo Termine e delle iniziative pianificate dalle reti italiane LTER-Italia e LifeWatch nell’ambito dell’Expo. Domenico D’Alelio illustrerà in dettaglio le tappe e le attività previste durante la ciclo-staffetta. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO