Luca Simeone (Napoli Bike Festival) nominato Sindaco della bicicletta di Napoli dall’Ass. internazionale BYCS – Richiesto incontro urgente con il Sindaco su mobilità sostenibile.

398
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Dopo le città di Roma e Firenze, Luca Simeone, Direttore del Napoli Bike Festival entra a far parte di una rete globale in crescita di changemakers che rappresentano oltre 120 città in oltre 30 paesi come Bicycle Mayor di Napoli.

I sindaci della bicicletta si interfacciano con le Istituzioni locali e nazionali, con il mondo dell’impresa, gli attivisti, l’associazionismo e i residenti per scoprire i benefici economici, sociali, sanitari e ambientali che l’aumento dell’uso della bicicletta può portare. Sono nominati, a valle di una selezione, per un periodo di due anni durante i quali si concentrano nell’affrontare i principali ostacoli all’aumento della mobilità ciclabile nelle loro città.

Il ruolo dei Bicycle Mayor è stato inaugurato nel 2016 da BYCS, un’organizzazione sociale con sede ad Amsterdam, per creare condizioni di maggior dialogo tra governo e società civile nella promozione della bicicletta come mezzo di trasporto e per amplificare le voci dei leader della comunità in questo sforzo. Una rete, appunto quella del Bicycle Mayor Network creata per incoraggiare la collaborazione, la solidarietà transnazionale e condividere sfide e soluzioni comuni su scala globale.

Le aree di interesse del nuovo Sindaco della bicicletta di Napoli saranno prioritariamente quello di porre l’attenzione sulla necessità che migliorino da subito le condizioni di sicurezza per gli utenti deboli della strada; che si prendano in seria considerazione misure per contrastare i livelli di inquinamento atmosferico in città e che si lavori speditamente per infrastrutture ciclabili di qualità. 

La nomina giunge a pochi giorni dall’ennesimo incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto un ciclista al Museo Archeologico, ricoverato in codice rosso; le centraline di rivelamento della qualità dell’aria sono sempre fuori soglia; due facce della stessa medaglia, che chiamano in causa la necessità di interventi di moderazione del traffico, con ztl e la creazione di zone 30. La mancanza di condizioni di sicurezza in strada è il disincentivo principale alla promozione dell’utilizzo della bici.

“Chiederò da subito un appuntamento al Sindaco Gaetano Manfredi, dichiara Simeone, la volontà è quella di offrire tutta la collaborazione possibile, nell’interesse di portare contributi concreti alle soluzioni di infrastrutturazione ciclabile che la città si appresta a realizzare. Se le ciclabili, vengono progettate e realizzate bene, sono utili e funzionano, questo è l’interesse di tutta la comunità ciclistica. Poi va subito fermata la spirale di violenza stradale, a Napoli si continua a morire semplicemente attraversando le strisce pedonali. Una città che non pone la sicurezza stradale come priorità decide di discriminare i più deboli e fragili e sono sicuro che non è questa la volontà dell’amministrazione Manfredi. Sono fiducioso che si possa lavorare proficuamente su questi temi.”  

L’ente certificatore la BYCS lavora a livello internazionale con la società civile, i governi, le organizzazioni non profit e le imprese per promuovere idee ed azioni innovative sul tema del ciclismo urbano. In particolare, l’organizzazione si concentra sul rafforzamento delle “infrastrutture umane” delle città ciclabili sostenendo iniziative comunitarie, sviluppando una cultura del trasporto attivo e ispirando nuovi cittadini a prendere la bicicletta per gli spostamenti quotidiani.

 

Per maggiori informazioni visita

www.bycs.org

Advertisements