Protesta lavoratori FedEx a Teverola.

Sono entrati in agitazione gli addetti della coop che lavora per la multinazionale statunitense della logistica e trasporti Fedex-Tnt, che ha il proprio hub a Teverola nel Casertano, a poca distanza dagli stabilimenti di altre due multinazionali Usa alle prese con complicate vertenze di lavoro, ovvero Whirlpool e Jabil.

In particolare i circa cento lavoratori della cooperativa Alba hanno infatti protestato dalle prime ore della mattina bloccando all’hub le operazioni di carico e scarico di merci da consegnare, provocando file di camion di 2- 3 chilometri.

La protesta nasce dalla mancata convocazione da parte della multinazionale dei sindacati, che avevano chiesto chiarimenti sui tempi di avvio della procedura di assorbimento degli addetti della coop nell’organico di Fedex-Tnt; nei giorni scorsi erano trapelate voci su un anticipo dei tempi di internalizzazione dei lavoratori. “L’assorbimento degli addetti delle coop – spiega il segretario della Fit-Cisl di Caserta Pasquale Federico – è previsto dall’accordo siglato a livello nazionale dalla multinazionale con le parti sociali, ma poi quell’accordo non si è ancora concretizzato a livello locale. Non sappiamo nulla e queste voci di una velocizzazione della procedura preoccupa i lavoratori. Interloquire con queste grosse società è quasi impossibile ma poi oggi, grazie alla protesta, ci hanno ascoltato”. Il blocco ha convinto la Fedex-Tnt a convocare i sindacati per il 24 agosto prossimo. (ANSA).

Advertisements