Giornate Europee dell’Archeologia, le iniziative a cura della Direzione Musei Campania.

131
Portorose,
Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.
Terme
last minute Slovenia con volo da Napoli

Pirano - città di mare storica, Hotel Piran ****, 1233 €, 7 notti, volo diretto, trasferimento. Presso la tua agenzia.
Portorose, Grand Hotel Portorož ****S, 1217 €, 7 notti, volo, mezza pensione, spiagga e piscine incluse. Presso la tua agenzia.
Ljubljana + Portorose **** 1102 €, 7 notti, volo diretto, trasferimenti. Scopri la capitale e il mare sloveno. Presso la tua agenzia.
Kranjska Gora, Ramada Hotel & Suites **** 1122 €, 7 notti, mezza pensione, volo. Splendida vacanza in montagna. Presso la tua agenzia.
Lago di Bled, Hotel Astoria *** 926 € - 7 notti, prima colazione, volo diretto. Una vacanza da sognio. Presso la tua agenzia.
Rogaška Slatina, Hotel Atlantida ***** 1015 € - 7 notti, mezza pensione, volo diretto, welness, relax. Presso la tua agenzia.
Terme
Rogla
Maribor - Pohorje Hotel Bellevue ****, 1070 €, 7 notti, volo diretto, mezza pensione. Nella verde natura. Presso la tua agenzia.

Nel prossimo fine settimana, da venerdì 17 a domenica 19 giugno, torna l’appuntamento con le Giornate Europee dell’Archeologia. La grande manifestazione, ideata dall’Inrap – Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva – per far conoscere al grande pubblico i tesori e i retroscena della ricerca archeologica, dal 2019 estesa a tutti i Paesi europei, in Italia è promossa dal Ministero della Cultura.

Anche quest’anno la Direzione regionale Musei Campania partecipa alle GEA con un programma di eventi e iniziative nei musei e siti della rete, per valorizzare nuove scoperte, contesti mai esposti, novità della ricerca, con un’attenzione ai temi imprescindibili dell’accessibilità al patrimonio e dell’inclusione e in stretta collaborazione con enti statali, locali e di ricerca, proprio nello spirito che anima le GEA, quello dell’inclusione e dell’apertura: dei luoghi, delle competenze, dei dati.

Così  laboratori, convegni, conferenze, aperture straordinarie, mostre ed esposizioni inedite scandiranno il weekend dal 17 al 19 giugno, che sarà per tutti all’insegna dell’archeologia, da quella più prossima, legata alle storie e alle identità dei luoghi, a quella meno nota della ricerca e dei suoi metodi per indagare e ricostruire il passato, insieme ai suoi tanti protagonisti.

Tutte le iniziative, con informazioni per la visita e la partecipazione agli eventi, sono disponibili nella sezione dedicata alle GEA del sito MiC (cultura.gov.it/evento/gea2022), sul sito ufficiale delle Giornate Europee dell’Archeologia (journees-archeologie.fr) e sui canali social dei musei, dove si può seguire e partecipare alla manifestazione con gli hashtag  #JEArcheo #giornateuropeearcheologia #GEA2022.

Programma delle iniziative

Giornate Europee dell’Archeologia 2022

SALERNO

Museo archeologico nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele

 Venerdì 17 giugno 2022, ore 10.00-13.00 | Marcello Somma e la passione per l’archeologia

Domenica 19 giugno 2022, ore 10.00-13.00 | Baby Pit Stop al ManES

Venerdì 17 giugno alle 10.00 il Museo Archeologico di Eboli, in collaborazione con il Comune di Eboli e il costituendo Comitato Marcello Somma, propone l’incontro “Marcello Somma e la passione per l’archeologia”. L’evento è un momento di incontro sulla figura dell’Ispettore Onorario della Soprintendenza Archeologica di Salerno e muove dall’occasione dell’acquisizione della collezione archeologica di Marcello Somma al Museo archeologico. Il profondo senso della storia e della comunità di Somma ha condotto ad una straordinaria stagione di scavi e ricerche che ha visto protagoniste le istituzioni italiane e straniere  nel territorio ebolitano. Dopo l’inaugurazione della targa a lui dedicata presso la vetrina che raccoglie una parte della collezione Somma sarà ospitato un incontro che tra ricordi e archeologia celebrerà la figura di Marcello Somma.

Domenica 19 giugno 2022 il Museo Archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele effettua un’apertura straordinaria dalle 9.00 alle 14.00 e, in collaborazione con il Rotaract Campagna Valle del Sele, alle 10.00 presenta “Baby Pit Stop al ManES”. Sarà inaugurata una postazione Baby Pit Stop, donata al Museo dal Rotaract Campagna Valle del Sele, che consentirà alle mamme di allattare i propri neonati durante la visita del museo. Il punto allattamento si completa con un fasciatoio inserito in uno dei bagni per un più agevole cambio di pannolino ai piccoli visitatori del Museo. L’iniziativa si inserisce nell’attivazione dei Baby Pit Stop nei luoghi della cultura promossa da UNICEF: così il ManES, grazie al supporto della sua comunità, diventa sempre più inclusivo. Dopo l’inaugurazione, si terrà un incontro con i protagonisti della donazione e con un biologo esperto in nutrizione che ci parlerà dei benefici effetti dell’allattamento. Ingresso gratuito.

Info: Piazza San Francesco 1, Eboli (SA) | drm-cam.eboli@beniculturali.it | +39 0828332684

Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno

 Sabato 18 giugno 2022, 10.30-12.30 | Caccia al tesoro

Domenica 19 giugno 2022, ore 10.30 (evento online) | La famiglia dei Lucrezi Valenti online!

Sabato 18 giugno alle 10.30 il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno, in collaborazione con l’Associazione Culturale “La Navicella di Minerva”, organizza una caccia al tesoro per i ragazzi dai 9 ai 12 anni alla scoperta del suo patrimonio archeologico. Domenica 19 giugno appuntamento online alle 10.30 sui canali social del Museo, per un videoracconto dedicato alla potente famiglia dei Lucrezi Valenti, le cui urne cinerarie rinvenute nel suburbio orientale di Pompei nel 1992 sono conservate al Museo. Durante le Giornate Europee dell’Archeologia sarà possibile visitare anche la mostra “Inferi e inferni – Omaggio a Dante”, allestita al secondo piano del museo. I reperti, conservati finora nei depositi, provenienti dalle sepolture degli uomini e delle donne di rango vissute fra il IX e l’VIII secolo a.C., e gli “strappi” delle tombe praticati all’epoca degli scavi che restituiscono l’immagine del defunto così come è stato deposto, dialogano con le tavole illustrate dell’Inferno di Dante, pubblicate dalle principali case editrici italiane. Ingresso gratuito.

Info: Via Cavour 7, Sarno (SA) | drm-cam.sarno@beniculturali.it | +39 081941451

Museo archeologico nazionale di Pontecagnano

Sabato 18 giugno 2022, ore 18.00 e 18.30 | Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti

Sabato 18 giugno 2022 il Museo Archeologico di Pontecagnano, in collaborazione con il Comune di Pontecagnano Faiano, il Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Salerno e l’Associazione Paesaggi Narranti, propone “Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti”. Alle 18.00 nella Sala Auditorium si terrà la conferenza “Leggere l’etrusco. Uomini e divinità nelle iscrizioni di Pontecagnano” a cura di Carmine Pellegrino, docente di Etruscologia e antichità italiche all’Università degli Studi di Salerno. L’incontro, destinato non solo agli addetti ai lavori ma anche agli appassionati, rappresenta un momento di approfondimento sulle iscrizioni etrusche rinvenute negli scavi di Pontecagnano (databili tra il VII e il IV secolo a.C.) e prevede uno spazio sulla scrittura etrusca appositamente dedicato ai piccoli visitatori. Le tombe, l’abitato e i santuari di Pontecagnano hanno restituito, infatti, una grande quantità di iscrizioni etrusche, graffite sui vasi per ricordare il possessore del recipiente, il suo dono o l’offerta a una divinità. Attraverso le iscrizioni è stato possibile stabilire i nomi delle persone, il loro status sociale e la loro origine, mentre il riferimento alle divinità e alle azioni di offerta ha contribuito a ricostruire i rituali e le credenze religiose degli Etruschi di Pontecagnano nella vita quotidiana e rispetto all’aldilà. Alle 18.30, nella Biblioteca comunale “A. Gatto” (piano terra del Museo) si svolgerà il laboratorio dedicato ai più piccoli sulla scrittura etrusca “Il mistero che non c’è. Scrivi in etrusco anche tu!”. Laboratorio max per 15 bambini dai 7 anni in su, prenotazione obbligatoria all’Associazione Paesaggi Narranti (+39 3333125515). Le Giornate Europee dell’Archeologia si confermano anche quest’anno come l’occasione per avvicinare il pubblico ai temi dell’archeologia e della tutela del patrimonio attraverso approfondimenti tematici sulle nuove scoperte provenienti dal territorio degli “Etruschi di frontiera”.

Info: Via Lucania snc, Pontecagnano Faiano (SA) | drm-cam.pontecagnano@beniculturali.it | +39 089848181

 

CASERTA

Anfiteatro campano, Santa Maria Capua Vetere

Sabato 18 giugno 2022, ore 16.00-20.00 | Domenica 19 giugno 2022, ore 17.00-22.00 | Giornate Europee dell’Archeologia all’Anfiteatro Campano

Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, l’Anfiteatro campano sarà aperto anche nel pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00. Alle ore 17.30 gli allievi dell’Accademia Musica e Arte “Vincenzo Vitale”, convenzionata con il Conservatorio di Musica Statale “Giuseppe Martucci” di Salerno, distintisi in diverse manifestazioni nazionali, si esibiranno nel saggio finale.

Domenica 19 giugno 2022 all’Anfiteatro campano, aperto in via straordinaria fino alle 22.00, è in programma alle 17.00 un concerto insolito per Pianoforte a 4 mani con il Duo Martucci, formato dai Maestri Sabatino Cante e Antonio Avagliano. Seguirà alle 20.00 la visita guidata “Alla scoperta dell’antica Capua” della durata di un’ora a cura de Le Nuvole e, a partire dalle 21.00, si susseguiranno visite a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere.

Info: Piazza I Ottobre 1860 36, Santa Maria Capua Vetere (CE) | drm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it | +39 0823844206

Museo archeologico dell’antica Capua, Santa Maria Capua Vetere

Sabato 18 giugno 2022, ore 17.00-22.00 | Giornate Europee dell’Archeologia al Museo archeologico dell’antica Capua

Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Museo archeologico dell’antica Capua sarà aperto oltre il consueto orario fino alle ore 22.00 con un fitto programma ad accompagnare l’apertura straordinaria. Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 il Museo, in collaborazione con la Scuola Superiore Meridionale e la Soprintendenza ABAP di Caserta e Benevento, propone un laboratorio di archeologia per presentare i primi esiti della ricerca sui materiali provenienti dagli scavi 1993 del complesso archeologico noto come Officina dei Bronzi, sotto la direzione scientifica di Carlo Rescigno. I dottorandi della Scuola Superiore Meridionale Roberto Domenico Melfi, Vincenzo Tallura e Lorenzo Toscano esporranno i risultati ottenuti dalla ricerca e presenteranno una selezione preliminare dei reperti finora individuati durante la ricognizione dei depositi del Museo archeologico dell’antica Capua, quale testimonianza della famosa produzione di vasellame in bronzo nota come “Campana Supellex”. Alle 17.30, in collaborazione con il Lions Club di Santa Maria Capua Vetere, avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Memorie dal Sottosuolo” di Gianni Pontillo. Citazioni dalla monumentalità delle città campane e la riproduzione in chiave contemporanea di reperti esposti nel Museo archeologico dell’antica Capua sono il frutto dell’elaborazione dell’artista e della sua visione dell’antichità, attraverso un sapiente uso del colore. La mostra resterà aperta fino a martedì 21 giugno 2022. Infine, alle ore 20.00 “Alla scoperta dell’antica Capua”, una visita guidata della durata di un’ora a cura de Le Nuvole.

Info: Via Roberto D’Angiò 48, Santa Maria Capua Vetere (CE) | drm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it | +39 0823844206

BENEVENTO

Area archeologica del Teatro romano di Benevento

Venerdì 17 giugno 2022, ore 11.00-13.00 |  Racconti d’archeologia

Sabato 18 giugno 2022, ore 18.00-19.30 |  La parola e il sorriso nel viaggio di Dante

Domenica 19 giugno 2022,  ore 11.00-13.00 |  Il Teatro Romano di Benevento: l’architettura

Per le Giornate Europee dell’Archeologia, l’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento propone tre incontri, che declinano, attraverso il racconto di una serie di esperienze, il tema dell’apertura dei luoghi della cultura e il recupero del valore identitario del complesso archeologico nel contesto della città.

Venerdì 17 dalle 11.00 alle 13.00 Ferdinando Creta, già direttore del Teatro Romano si confronterà con gli archeologi SABAP di Caserta e Benevento, Simone Foresta e Andrea Martelli, in un incontro dal titolo “Racconti d’archeologia”, sull’attività di tutela e di promozione del territorio, con particolare riguardo agli scavi archeologici nel Sannio, ponendo l’accento sulle linee programmatiche del Ministero della Cultura per una gestione del patrimonio archeologico beneventano consapevole e partecipato. Sabato 18 dalle 18.00 alle 19.30, Erminia Mazzone e Achille Mottola presenteranno il libro “La parola e il sorriso nel viaggio di Dante” con l’autrice Antonella Fusco. Domenica 19 dalle 11.00 alle 13.00, l’architetto Alfredo Balasco e il direttore del Teatro di Benevento Giacomo Franzese terranno una conferenza su “Il Teatro Romano di Benevento: l’architettura”.

Info: Piazza Ponzio Telesino, Benevento | drm-cam.teatrobenevento@beniculturali.it | +39 082447213

Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino, Montesarchio

Venerdì 17 giugno 2022, ore 17.00 | Le “stories di Caudium”: tre vasi dai depositi del Museo in mostra alle Giornate Europee dell’Archeologia

Venerdì 17 giugno alle 17.00 al Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino un incontro-dibattito con gli archeologi Andrea Martelli, funzionario responsabile del settore tecnico e archeologico della SABAP di Caserta e Benevento, e Angela De Filippis, consulente per i Musei archeologici della Direzione regionale dei Musei Campania, che racconteranno la storia di tre vasi per la prima volta esposti al pubblico. Sarà l’occasione per proporre contemporaneamente ai visitatori e agli appassionati di storia e di archeologia, i reperti ritrovati nel territorio sannita, sul filone delle “stories di Caudium”, l’iniziativa che ha preso il via lo scorso 3 aprile con la quale il Museo, prendendo spunto dalle storie dei social network, apre le porte dei suoi depositi per mostrare i preziosi oggetti in essi custoditi.

Info: Via Castello, Montesarchio (BN) | drm-cam.montesarchio@beniculturali.it | +39 0824834570

Advertisements
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia