Pinocchio siamo noi, concluso il progetto nella X Municipalità.

150
Canto di Natale - Con.Cor.D.A/Movimentoinactor di Flavia Bucciero - attori e danzatori: Alice Covili, Marco Della Corte, Federica Modafferi, Leila Ghiabbi, Francesco Pelosini e Massimo Risi. - ph©Pino Miraglia
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Danza, teatro, laboratori dedicati a giovani e a studenti: dopo quasi tre mesi di attività nella X Municipalità si è concluso Il progetto “Pinocchio siamo noi” con un grande successo di pubblico e una forte partecipazione. L’idea di un progetto site specific che coinvolgesse bambini e adolescenti di un quartiere non facile ha colto nel segno. La figura universale di Pinocchio, calata in un contesto popolare, costretta ad attraversare una vita piena di difficoltà e di ostacoli, dalla quale esce vittorioso diventando un bambino in carne ed ossa, è stato l’elemento vincente. Il Progetto ha vinto il bando “Attività di spettacolo dal vivo nelle periferie di Napoli”, sostenuto da ministero della Cultura e Comune di Napoli ed è stato realizzato dal Consorzio Coreografi Danza d’Autore Con.Cor.D.A.

Il tema del sogno e del desiderio tanto forte negli anni della crescita personale è emerso nei laboratori effettuati in ottobre e novembre presso la Scuola primaria Ilioneo/Istituto Comprensivo Michelangelo Augusto, presso la Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Madonna Assunta e presso i locali della Fondazione Campania Welfare.

Gli spettacoli veri e propri, tre nuove produzioni, concepite proprio per questo progetto, hanno coinvolto la ex Base Nato e il Teatro La Perla, luoghi decisamente identitari per il quartiere. Il 3 e il 4 dicembre è andato in scena lo spettacolo Pinocchio Napoletano, con la coreografia di Flavia Bucciero. Dicembre ha offerto altri due appuntamenti, “La Ballata di Colapesce” e “Il Canto di Natale”, tutti legati a una rilettura della grande letteratura (Charles Dickens e Carlo Collodi) e alla mitologia popolare che affonda le sue radici nella nascita di Partenope. Tutti gli appuntamenti, sold out, sono stati a ingresso gratuito.

la Compagnia Con.Cor.D.A. /Movimentoinactor è composta da danzatori e danzatrici provenienti da diverse regioni d’Italia; opera a livello nazionale e internazionale, ha sede a Pisa e un’unità locale a Napoli, riconosciuta dal ministero della Cultura, nell’ambito del FUS e dalla Regione Toscana

“Sono davvero emozionata per la risposta  degli abitanti del quartiere di Bagnoli – afferma Flavia Bucciero -. Ho sentito man mano, già dai primi laboratori nelle scuole svolti in ottobre, stringersi intorno alla nostra Compagnia, di cui sono direttrice artistica e coreografa, e a quello che facevamo, un clima di entusiasmo e di aspettativa che ha coinvolto bambini, adolescenti, genitori, insegnanti. Un clima che è andato crescendo quando le famiglie hanno visto i loro figli interpreti insieme ai professionisti nel Pinocchio Napoletano. Questo ha portato interesse e partecipazione anche alle altre due produzioni pensate per questo progetto. Nulla in questo progetto è stato casuale, pensare a mettere in scena “La Ballata di Colapesce”, in cui la danza si incontra con la musica del prestigioso Ensemble di Antonello Paliotti, composto da sette eccezionali strumentisti, è stato voler risvegliare il rapporto con un mare, quello di Bagnoli così vicino e al tempo stesso così negato e infine “Il Canto di Natale” che ha stretto insieme danza e teatro di parola ha il senso di recuperare i valori essenziali e non consumistici, insomma un augurio per un Natale rinnovato.

Il punto di forza di questo progetto, credo sia stato coinvolgere la popolazione di Bagnoli in tutte le generazioni e la sintesi fra i diversi linguaggi dello spettacolo dal vivo nelle produzioni proposte. Ringrazio tutti quelli che hanno con noi lavorato sul campo, in particolare la Fondazione Campania Welfare che con la sua presidente Patrizia Stasi e il dirigente Salvo Arnone ci sono stati vicini con entusiasmo e passione”.

Advertisements