Teatro Civico 14 inaugura la rassegna musicale con la direzione di Paky Di Maio, primo appuntamento sabato 19 con i The Actions.

Teatro Civico 14 inaugura un ciclo di appuntamenti musicali in teatro, la cui direzione artistica è affidata a Paky Di Maio che collabora col team di Mutamenti/Teatro Civico 14 dal 2010.

Il duo The Actions apre la rassegna di appuntamenti musicali del Teatro Civico 14.  L’appuntamento é per sabato 19 alle 20:00. Il gruppo torna sulle scene per presentare l’ultimo album dal titolo Flourish, prodotto dalla band e finalizzato agli Invada Studios di Bristol, con l’aiuto di Stu Matthews.

Durante la seconda parte della serata lo stesso Paky Di Maio suonerà per inaugurare il ciclo di appuntamenti che vedrà nel 2022 avvicendarsi musicisti provenienti da diverse parti del mondo musicale e geografico.

“Dopo anni di collaborazione con Mutamenti/Teatro Civico 14 e dopo un lungo periodo di stasi del mio progetto personale YKAP salirò sul palco in compagnia de’ The Actions, per chiudere un cerchio riguardo la mia produzione del recente passato. Eseguirò brani rimasti inediti e con cui avevo una sorta di conto in sospeso. L’invito di Maurizio Stellato dei The Actions a suonare insieme mi ha dato stimoli per chiudere e riprendere queste tracce, cercando di dare loro vita nuova pur fissate nella fotografia sonora del periodo in cui sono stati scritti.

Questa occasione servirà anche come banco di prova per avviare un discorso musicale al Teatro Civico 14, che metterà in campo nuovi e vecchi amici con i quali ho sempre collaborato e portato avanti progetti importanti.” (Paky Di Maio)

 

 

The Actions è un Alt-electronic duo di base a Bristol, UK.

Hanno centinaia di concerti alle spalle, incluse aperture concerti per R.E.M, Green Day, Garbage, Distillers, I Am Kloot, Vasco Rossi, Almamegretta, Afterhours. 

Sono autori di un singolo nella colonna sonora nel film My Super Psycho Sweet 16 targato MTV USA.

Il primo album Realí viene prima pubblicato in America Latina via Nikita Music/ iMusica (Rio de Janeiro) e successivamente in tutto il mondo via Warner Chappell.

Dal 2014 sono attivi nella scena live londinese, vengono introdotti sulla BBC Radio da Tom Robinson, ricevono supporto radiofonico da Gary Crawley (BBC London), Simon Raymonde (Bella Union, Cocteau Twins), John Kennedy (Radio X), Matt Baty (Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs), Mark Ryan e Frankie Francis (Amazing Radio) e supporto da media come Clash Magazine, GigSlutz, Fame Magazine, Pop Matters, NBHP, Fresh On The Net.

 

Paky Di Maio è nato a Caserta, classe ’78. Compositore, sound designer, produttore, polistrumentista. Inizia a 12 anni come dj lavorando in radio e nei clubs. A 15 anni inizia il percorso nella produzione musicale. Nel 2004 inizia la carriera discografica pubblicando remixes al fianco di Paul Oakenfold, Bonobo, Fat Boy Slim. Nel 2006 lavora al fianco del produttore Michael Baker (Prince, Ray Charles, Madonna, Sting).  Nel 2008 apre il tour italiano dei Massive Attack. Dal 2008 si dedica alle colonne sonore debuttando come compositore in “Amleto” sotto la regia di Armando Pugliese. Dal 2012 collabora con il TeatroCivico14 di Caserta realizzando le musiche di decine di opere teatrali tra cui “Di Un Ulisse,di una Penelope”(NTF2018), ”Chiromantica”, Femmene comme a me”. Sempre in ambito teatrale firma dal 2008 le musiche e le live performances degli spettacoli “Sant’Agostino”, “Prometeo”, “Moby Dick” (NTF2018), “La notte di Gibellina” di Khora teatro con Alessandro Preziosi. Con “Anti-Gone” di Vulìe Teatro in finale per Teatro College (Biennale di Venezia 2021). Al cinema scrive le musiche del cortometraggio “Svanire” di Angelo Cretella (Festival del cinema di Venezia/I love G.A.I.2014 & Festival del cinema di Roma), del pluripremiato  “In Her Shoes” di Maria Iovine (I love G.A.I. 2019 & Festival del cinema di Roma), si occupa del restauro audio del doc “L’uomo che rapì Truffaut” di Luciano del Prete (Giffoni2020), firma le musiche del doc “Liliana Bortolon – L’arte di essere libera” di Francesca Giuffrida e del lungometraggio “Corpo a Corpo” di Maria Iovine (Alice nella città 2021). Si occupa anche di installazioni multimediali e sonorizzazioni tra cui “Bamburgh Castle” all’interno della mostra “William Turner-Opere della Tate”(Chiostro del Bramante,Roma) con menzione su Art Tribune e Blind Vision di Annalaura di Luggo (Maggio dei Monumenti). Dal 2010 collabora con Mutamenti/Teatro Civico 14.

 

 

Tutte le info e i biglietti al sito: https://www.teatrocivico14.org

Advertisements