75 anni di Nato, concerto al San Carlo, protesta dei centri sociali

“Buon 75esimo anniversario, Nato! In questo giorno di 75 anni fa, a Washington, DC, 12 paesi, fra cui gli Stati Uniti e l’Italia, diedero vita all’alleanza di maggior successo e più duratura della storia. I nostri popoli sono più sicuri grazie alla Nato. L’Europa e il mondo sono più sicuri, più prosperi e più democratici”.

Così l’ambasciatore Usa in Italia, Jack Markell, in un discorso rilanciato dalla sede diplomatica su X. “L’Italia è stato un alleato essenziale fin dalla fondazione, guidando operazioni importanti come la Nato Mission Iraq e la Kosovo Force”, ha detto Markell, aggiungendo che “l’Italia ospita anche il Joint Force Command di Napoli, l’hub della Nato per il Sud e il Nato Defense College di Roma”.

“Siamo grati per il costante impegno dell’Italia a favore della sicurezza di tutti i 32 membri dell’Alleanza. Con l’adesione della Finlandia e della Svezia la Nato è più grande, più forte e più unita che in qualsiasi altro momento dei suoi 75 anni di storia”, afferma l’ambasciatore Usa a Roma, Jack Markell. E ancora: “I cittadini italiani e statunitensi sono più sicuri grazie alla Nato. L’Europa e il mondo sono più sicuri, più prosperi e più democratici”.

Per festeggiare degnamente il 75° anniversario del Comando Interforze Alleato (già AFSOUTH di Bagnoli ed ora JFC, con sede a Giugliano-Lago Patria) il Sindaco Manfredi ha messo a disposizione addirittura lo storico Teatro San Carlo, confermando l’atteggiamento servile ed ossequioso dei nostri governi e amministrazioni locali nei confronti della maggiore centrale mondiale del militarismo e della guerra. Da pacifisti e nonviolenti ci dissociamo da queste iniziative assunte dal Sindaco della città Napoli, proclamata per statuto ‘Città di Pace’, perché certamente non rappresentano la volontà della parte pacifista e antimilitarista di gran parte dei Cittadini napoletani.

Napoli ospita questo comando da quasi 73 anni, ovvero il periodo più lungo in cui un quartier generale è stato ospitato ininterrottamente nella storia della NATO”, aggiungendo: “È un grande piacere ospitare le celebrazioni per il 75° anniversario della nascita del Patto Atlantico al Teatro San Carlo. Sono lieto di questo proficuo dialogo, avviato fin dall’inizio del mio mandato di Sindaco di Napoli e Sindaco metropolitano, in una prospettiva permanente per il raggiungimento del Pace: in questo senso è fondamentale il ruolo della nostra Città nel Mediterraneo”.

«Fuori la Nato da Napoli». Al termine della rappresentazione de «La Gioconda», melodramma in quattro atti diretto Pinchas Steinberg per la regia di Romain Gilbert in scena al Teatro San Carlo di Napoli, gli attivisti del Laboratorio Insurgencia hanno calato uno striscione dal palchetti. Un’iniziativa, hanno spiegant i promotori, «per esprimere la nostra ferma contrarietà al fatto che domani sera proprio il San Carlo, per volere del sindaco, ospiterà un concerto in pompa magna per celebrare il 75esimo anniversario della nascita del Patto atlantico»