Advertisements
Home Cronaca Casamicciola, seconda notte fuori casa per sfollati, oggi riaprono scuole nel resto...

Casamicciola, seconda notte fuori casa per sfollati, oggi riaprono scuole nel resto dell’isola, frana monitorata via radar.

Le panne galleggianti installate dalla Guardia Costiera di Casamicciola all'imbocco del porto per evitare che materiale portato dalla frana raggiunga il mare aperto, costituendo cosi' un pericolo per la navigazione, 03 dicembre 2022. ANSA/ CIRO FUSCO
- Pubblicità -
Annunci

Le persone evacuate dalla ‘zona rossa’ di Casamicciola dovranno trascorrere almeno una terza notte fuori casa.

Conclusa l’allerta meteo, si è deciso di far effettuare da questa mattina nuovi controlli sulla sicurezza di alcune centinaia di edifici, da parte di sei squadre miste composte da vigili del fuoco, geologi e protezione civile.

- Pubblicità -

Riprendono oggi le lezioni in presenza per la scuola dell’infanzia, la primaria e per le scuole medie di cinque comuni di Ischia ad esclusione di Casamicciola.

Mercoledì, invece, riprenderanno anche quelle degli istituti superiori di tutti i comuni isolani mentre per quelli di Casamicciola si saprà entro domani.

Da domani sarà anche parzialmente riaperta la strada statale 270 a Casamicciola ma, oltre ai mezzi di soccorso, potranno transitarvi soltanto gli autobus del servizio pubblico della Eav. (ANSA).

Si comincerà con quelli meno danneggiati, e man mano che i sopralluoghi avranno esito positivo si autorizzerà il rientro dei cittadini. La durata complessiva del lavoro è prevista in tre giorni. La decisione è stata resa nota dal commissario prefettizio del Comune Simonetta Calcaterra. (ANSA).

Per monitorare lo stato idrogeologico complessivo di Ischia, e in particolare tenere sotto controllo la frana di Casamicciola, sarà da questa sera sull’isola il prof. Nicola Casagli, geologo di fama internazionale dell’università di Firenze, il cui gruppo di lavoro ha già operato su scenari come la valanga di Rigopiano o la frana della Marmolada.

A Casagli – spiega il direttore della protezione civile campana, Italo Giulivo – si chiederà in particolare l’installazione di un radar hi-tech per monitorare anche minimi spostamenti della frana di via Celario, in modo da poter lanciare in modo tempestivo eventuali allarmi.

Sorvegliata speciale sarà anche la frana abbattutasi lungo un’arteria fondamentale per la viabilità sull’isola, la statale 270, attualmente percorribile solo a senso unico alternato.
(ANSA).

Advertisements
Parla con noi
WhatsApp GazzettadiNapoli.it
Ciao, ti scrivo dalla chat di GazzettadiNapoli.it
Exit mobile version