Caso Rosario Apicella, Cassazione annulla con rinvio sentenza Corte d’Appello.

1142
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

dall’Avv Salvatore D’Antonio riceviamo e pubblichiamo

La Corte di Cassazione seconda sezione penale ha annullato con rinvio la sentenza emessa dalla Corte d’ Appello di Napoli – III sezione Penale a carico   del Dott. Commercialista  Apicella Rosario,  con la quale lo stesso era stato condannato alla pena di anni 6 di reclusione ed euro 6000 di multa.

Il quadro accusatorio nei confronti dell’Apicella Rosario era estremamente grave, lo stesso rispondeva di riciclaggio in uno al Righi Antonio, Ferrara Luigi e Donzetti Carmine, reato aggravato dall’Art. 7 203/91, per aver agevolato il Clan Contini.

Nel corso del processo, l’Apicella Rosario era stato raggiunto dalle dichiarazioni etero-accusatorie fornite dal Cdg De Rosa Giuseppe e De Rosa Teodoro che lo ritenevano vicino e collegato quale professionista al Clan COntini

La Corte di Cassazione ha accolto le incisive argomentazioni formulate dall’ Avv. Salvatore D’Antonio, suo unico difensore,  tendenti ad eliminare la valenza accusatoria degli elementi probatori a carico dell’Apicella Rosario.

Pertanto, dovrà essere svolto nuovamente il processo a carico di tale imputato dinanzi ad altra sezione della Corte d’ Appello di Napoli .

Advertisements