Commerciante ucciso a Poggioreale, fermato il figlio.

916

Un commerciante, Vincenzo Cardone, è stato ucciso con un fendente alla giugulare all’interno di un supermercato di via Nuova Poggioreale, nella periferia orientale di Napoli.

La vittima aveva 53 anni ed era incensurato.

L’uomo è stato soccorso immediatamente è stato portato all’ospedale “Loreto Mare”: la ferita però era troppo grave e non c’è stato nulla da fare.

Sulla vicenda indagano gli agenti della questura di Napoli che hanno fermato il figlio di Vincenzo Cardone. Secondo una prima ricostruzione l’omicidio è avvenuto dopo un litigio avvenuto all’interno del supermercato gestito dalla vittima. Il giovane è stato rintracciato dagli agenti non lontano dal luogo dove è avvenuta la tragedia.

E’ stato sottoposto a fermo perché indiziato di omicidio volontario Alfredo Cardone, 31 anni, il giovane sospettato di aver ucciso nel pomeriggio di ieri il padre Vincenzo. Il delitto è avvenuto nel supermercato di famiglia, in via Nuova Poggioreale, a Napoli.

Il fermo è stato disposto dalla Procura di Napoli al termine di un lungo interrogatorio avvenuto la scorsa notte negli uffici della squadra mobile della questura di Napoli. Secondo la ricostruzione dagli investigatori il giovane è entrato nel negozio ed ha afferrato un coltello dal banco macelleria con il quale ha colpito il padre con un fendente alla giugulare.

Per Vincenzo Cardone, 53 anni, incensurato, molto conosciuto e stimato nel quartiere, non c’è stato nulla da fare.

E’ morto qualche ora dopo all’ospedale “Loreto Mare”, dove era stato portato da alcune persone. Sulle cause del delitto sono ancora in corso accertamenti da parte degli agenti della Squadra mobile e del commissariato di Poggioreale, coordinati dalla Procura di Napoli. (ANSA)

Advertisements