Dal 1 luglio attivo il Cuma Express, da Napoli al Parco Archeologico dei Campi Flegrei con Eav.

0
236

«Con soddisfazione apprendo l’attivazione dal 1 luglio della linea ferroviaria “Cuma Express” che collegherà Napoli al Parco archeologico dei Campi Flegrei, con i treni Eav. Un servizio che nasce nell’ottica di valorizzazione di una rete monumentale e territoriale dalla forte vocazione turistica – a dirlo è Paolo Giulierini, direttore del Parco – Stiamo lavorando in sinergia con altri enti, come Regione ed Eav, per rendere facili i collegamenti tra l’area flegrea e quella napoletana. Siamo in una fase sperimentale ed il servizio sarà attivo al momento tutte le domeniche. Lo considero un buon primo passo, verso l’estensione dell’esercizio per tutta la settimana. È un modello che altrove ha già dato buoni risultati – ha aggiunto Giulierini – e siamo fiduciosi che ne darà anche in terra flegrea, per consentire a chi sceglie Napoli, le isole o la costiera di potersi muovere più agevolmente anche verso questo angolo di bellezza indiscussa, racchiuso nei Campi Flegrei».

Il nuovo servizio è stato annunciato nel corso degli Stati generali dei Trasporti, promossi dal governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e prevede l’effettuazione, nei giorni di domenica e festivi, di 8 corse al giorno per senso di marcia da Montesanto a Cuma.

I treni effettueranno fermata nelle stazioni di: Mostra; Pozzuoli (dove sarà possibile visitare il Macellum e l’Anfiteatro Flavio, oltre al Rione Terra); Fusaro (da qui è possibile raggiungere il Parco archeologico delle Terme di Baia); Torregaveta; e Cuma (da qui parte la visita per gli Scavi e per la Foresta regionale)

Sarà possibile acquistare il biglietto sulla piattaforma online dell’Eav insieme ad un voucher che consentirà di ottenere, presso l’ingresso dei siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei, il biglietto di ingresso valido per la visita.

Il ticket prevede l’opzione, nella data prevista per il viaggio di andata e/o di ritorno, di scendere alle fermate intermedie e riprendere il viaggio con un’altra corsa, così da poter dare la possibilità di visitare più luoghi di interesse.

 

LASCIA UN COMMENTO