Daniel Auteuil scippato dell’orologio sul taxi in via Marina.

Una foto di scena di ''In nome di mia figlia'', regia di Vincent Garenq, nelle sale dal 9 giugno 2016 con la Good Films. Il film racconta la storia vera di un'ossessione di giustizia durata poco meno di trenta anni. Ovvero la vendetta ostinata e meticolosa di un padre, André Bamberski (Daniel Auteuil), che non ci sta alla morte misteriosa della figlia quattordicenne Kalinka, avvenuta nel 1982. E così per trenta anni cerca di vendicarla tra cause, trasferte all'estero, tribunali e avvocati. ANSA/ UFFICIO STAMPA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

L’attore francese Daniel Auteuil è stato derubato del suo prezioso orologio, un Patek Philippe da 39mila euro, mentre stava viaggiando a bordo di un taxi.

E’ accaduto lunedì pomeriggio a Napoli, in via Nuova Marina.

Auteuil, impegnato a Napoli per uno spettacolo del Campania Teatro Festival, ha sporto denuncia in questura.

Due giovani a bordo di uno scooter si sono affiancati al taxi su cui si trovava l’attore e, approfittando dei finestrini aperti, hanno strappato l’orologio dal braccio di Auteuil, allontanandosi subito dopo a gran velocità. Nessuna conseguenza fisica per l’attore.

Sull’episodio indaga la Polizia di Stato. (ANSA).