Dipendenti in assemblea a Pompei, turisti in coda. Franceschini: danno per l'Italia.

0
427
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

VERTENAZA SINDACALE A POMPEIAncora cancelli chiusi e turisti in fila a Pompei, dove per il secondo giorno di fila l’apertura degli scavi è stata posticipata per le assemblee sindacali. “Un danno incalcolabile per l’immagine dell’Italia intera”, twitta il ministro della cultura Franceschini, ricordando che da quando è in carica lui “a Pompei sono arrivate 78 persone per superare le carenze di personale e altre 75 arriveranno entro dicembre”.
Il soprintendente Osanna: “Disponibile ad anticipare l’incontro con i sindacati”

A Pompei seconda mattina di assemblea e ancora turisti davanti ai cancelli chiusi. Un danno incalcolabile per l’immagine dell’Italia intera”: così il ministro per i Beni culturali e il Turismo Dario Franceschini esprime su Twitter la sua protesta contro il blocco degli ingressi agli scavi causati dalle agitazioni sindacali.  “Da quando sono ministro a Pompei sono arrivate 78 persone per superare le carenze di personale”, ha poi aggiunto in un successivo tweet .
Sono stati oltre 1100, dalle 8.30 alle 11 di oggi, i turisti in attesa di poter entrare di entrare all’interno degli Scavi di Pompei, dove da ieri è in corso un agitazione dei dipendenti che si riuniscono in assemblea nelle prime ore del mattino. Nella giornata di ieri i turisti sono stati 2000.

Duemila biglietti d’ingresso in solo mezz’ora: questo il dato che fotografa il primo dei tre giorni di assemblee sindacali negli Scavi archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia.

I rappresentanti di Uil, Flp, Unsa e l’Rsu proseguiranno la protesta anche nei giorni di oggi e domani, dalle ore 8 alle ore 11.

Per i turisti si annunciano, quindi, altre mattinate d’inferno come quella vissuta ieri.

Ieri, infatti, hanno dovuto attendere all’aperto per due ore, sfidando il maltempo. (ANSA)

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here