Droga, Polizia Municipale arresta spacciatore nigeriano e lo fa proceessare per direttissima.

Controlli dei vigili urbani alle auto per far rispettare l'ordinanza del divieto di circolazione agli euro 5 contro inquinamento e smog, Torino 14 gennaio 2020 ANSA/TINO ROMANO

Gli Agenti della Polizia Locale di Napoli del Reparto G.I.T/Motociclisti, durante il normale svolgimento del loro servizio, notavano in Piazza Museo Nazionale, un autoveicolo che transitava in senso vietato, gli Agenti raggiungevano il veicolo (Mercedes) ed intimavano il conducente di fermarsi ed esibire i documenti.

All’atto del fermo il conducente riferiva di essere sprovvisto di documenti e dichiarava di essere cittadino Nigeriano, tale T.J di anni 26, a quel punto gli uomini della Locale gli comunicavano che doveva seguirli presso la Polizia Scientifica della Questura per accertare le sue generalità.

Il soggetto iniziava ad agitarsi e con fare furtivo, sostenendo di dover recuperare dall’auto le sigarette, cercava di liberarsi di una bustina di plastica, prontamente gli agenti la recuperavano e trovavano all’interno numerosi involucri confezionati singolarmente n.23 di una sostanza in polvere bianca che successivamente grazie all’ausilio dell’Unità Cinofili della Guardia di Finanza, veniva riconosciuta come cocaina e n. 43 involucri di polvere giallastra che è risultata essere eroina.

Dalla perquisizione personale si rinveniva anche una somma di euro 285,00 in banconote di piccolo taglio e due telefoni cellulari.

L’uomo è stato giudicato con rito direttissima e condannato a 4 anni di reclusione più ad un importo di 20.000 euro di multa oltre al pagamento delle spese processuali, con relativa confisca e distruzione degli stupefacenti.

Advertisements