Forum PA, riconoscimento per SoReSa.

Riconoscimenti a SoReSa Spa e Regione Campania per il ruolo nella trasformazione digitale e, soprattutto, per le soluzioni di Sanità digitale implementate, che vengono riconosciute come buona pratica nazionale.

SoReSa Spa ha ricevuto a Roma, nell’ambito dell’edizione 2022 del ForumPA, il “Premio PA sostenibile e resiliente 2022”.

In particolare la società in house di Regione Campania ha ottenuto il riconoscimento nella categoria “Fare rete per raggiungere obiettivi di sostenibilità” per “Campania in Salute”, portale web e App mobile realizzati per permettere ai cittadini campani di accedere ad una vasta gamma di servizi sanitari online.

“Coniughiamo innovazione di processo e innovazione tecnologica”, ha detto Massimo Di Gennaro, direttore operativo per la Sanità Digitale e Innovazione di SoReSa. “Campania in Salute costruisce una rete di collegamenti tra Aziende sanitarie, operatori, personale amministrativo, cittadini e associazioni di volontariato, che rende più efficienti i processi e i servizi”.

Insieme a Di Gennaro hanno ritirato il premio ForumPA Massimo Bisogno, direttore Ufficio Speciale per la Crescita e la Transizione al Digitale della Regione Campania, e Salvatore Ascione, della Direzione Generale per la Tutela della Salute.

A SoReSa è stata conferita anche una menzione speciale in occasione della cerimonia conclusiva di “Valore Pubblico – La Pubblica Amministrazione che funziona”, evento promosso da Sda Bocconi School of Management e Gedi, con il patrocinio del ministro della Pubblica Amministrazione e della Funzione Pubblica. Menzione speciale conferita dal ministro Renato Brunetta per la categoria “Digitalizzazione” per il Sistema Informativo Sanità Campania-Sinfonia. “Siamo felici – ha dichiarato Corrado Cuccurullo, Presidente SoReSA – che i servizi digitali per la sanità campana siano considerati buone pratiche per tutto il Paese. Questo risultato non era scontato e quindi siamo davvero entusiasti per questa menzione speciale che è frutto di professionalità, di capacità manageriali per governare progetti ampi e complessi, e anche di un pizzico di creatività innovativa”. (ANSA).

Advertisements