Giornata del personale sanitario, Motore Sanità al servizio di tutti gli operatori sanitari

Oggi è la Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato. Rispettare le regole non vuole dire solo proteggere se stessi, ma un’intera comunità. Donne e uomini del Servizio Sanitario Nazionale lo fanno ogni giorno. Non sprechiamo il loro sforzo, facciamo la differenza.

Si celebra oggi la quarta edizione della “Giornata nazionale del personale sanitario”, nata da un’iniziativa promossa dal regista Ferzan Ozpetek e dal paroliere Mogol. Istituita con la Legge 13 novembre 2020 “per onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico, sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato nel corso della pandemia da Coronavirus”, la data del 20 febbraio è stata scelta simbolicamente per ricordare il giorno in cui a Codogno venne scoperto il “paziente uno”.

La giornata viene oggi celebrata anche da “Motore Sanità” – sottolinea il direttore scientifico Claudio Zanonper segnare attraverso di essa un passaggio storico e un momento di svolta nel governo della Salute nel nostro Paese. L’idea è costruire una Comunità della Sanità che vada oltre le mezze verità e che, partendo da analisi basate su dati certi, arrivi a soluzioni ampiamente condivise.  La ricerca di una sostenibilità possibile che superi almeno parzialmente il sottofinanziamento del SSN è in corso. Così come l’idea che risorse umane e risorse economiche siano sì necessarie, ma non sufficienti senza la proposizione di nuovi modelli organizzativi che, considerando i 45 anni dalla sua nascita, proiettino il SSN nel futuro mantenendone i requisiti imprescindibili di equità e solidarietà”.

Insomma – prosegue Claudio Zanon -, una giornata che ci ricordi il monito della pandemia, affinché realmente “nulla sia come prima” e ci si volga con altrettanta determinazione e dedizione all’approfondimento e allo studio dei nuovi paradigmi della sostenibilità delle cure. Dalla digitalizzazione alla telemedicina, dall’uso delle nuove tecnologie all’Intelligenza artificiale, passando per le politiche di integrazione tra Sanità pubblica e Sanità privata (accreditata e non). Motore Sanità promuove eventi, convegni, dibattiti e confronti, tra gli attori e gli stakeholders della Sanità nazionale e internazionale, nella convinzione che sia l’innovazione la leva e lo strumento su cui agire per disegnare il futuro dell’assistenza e delle cure sanitarie nel nostro Paese e che, con essa, si possa puntare anche alla tutela e valorizzazione del ruolo degli operatori e dei professionisti, principale risorsa del sistema Salute e delle cure alla persona malata in Italia”.

Buon 20 febbraio! Avanzi la Salute, vivano in Salute i pazienti e i professionisti sanitari.

Advertisements