Juventus-Napoli, ci risiamo, Asl monitora la situazione. Positivi anche Spalletti, Mario Rui e Malcuit.

512
Napoli’s head coach Luciano Spalletti reacts during the Italian serie A soccer match between FC Inter and Napoli at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 21 November 2021. ANSA / MATTEO BAZZI
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Juventus-Napoli, come anche alttre partite della 20a giornata di serie a è a rischio rinvio per covid.
Se la situazione tra i bianconeri è stabile, non si può dire lo stesso in casa Napoli, dove oggi, martedì 4 gennaio 2022, si è ulteriormente allargata la rosa dei positivi. Ovvero mister Spalletti, Mario Rui (che comunque non prenderebbe parte alla trasferta di Torino perchè squalificato) e Malcuit. Questi vanno ad aggiungersi alla lunga lista di indisponibili che comprendono Elmas e Lozano (positivi ma in isolamento nei loro paesi), Koulibaly ed Anguissa (in Camerun per la Coppa d’Africa) ed Osimhen (positivo anche lui ma ancora infortunato).

Anche la Juventus ha 3 positivi (finora solo la Lazio non ha contagiati), il difensore della nazionale Giorgio Chiellini, il centrocampista brasiliano Arthur ed il terzo portiere Pinsoglio.

Per questo motivo, come appreso dall’Ansa, il Dipartimento di Prevenzione dell’azienda sanitaria di Napoli sta “prendendo in considerazione la situazione del Calcio Napoli nei confronti del Covid, per analizzare se resta la possibilità di partire in aereo per Torino per il match di campionato contro la Juventus di giovedì”.

Ma come detto, sono anche altre le partite a rischio, a cominciare da Salernitana-Venezia, con l’Asl di Salerno che ha messo il club granata in quarantena, poi Atalanta-Torino (5 positivi tra i granata), Spezia-Verona (8 calciatori gialloblu)  e Fiorentina-Udinese (7 calciatori tra i friulani).

La Lega Serie A ha fatto sapere che non intende rinviare la 28a giornata, il calendario della prima giornata di ritorno della serie A, in programma domani, rimane invariato: è quanto filtra dalla Lega calcio, alla quale la Salernitana ha rivolto una richiesta di rinvio della partita col Venezia per la quarantena decisa dalla Asl dopo le undici positività al Covid riscontrate. L’attuale regolamento non prevede la possibilità di rinvio con un tetto di giocatori disponibile, come nel campionato in corso. Nessun rinvio in discussione anche per le partite di Verona e Udinese, la cui trasferta potrebbe essere bloccata dalle Asl locali.

Il calendario di gennaio è già fitto, mercoledì 12 c’è la Supercoppa tra Inter e Juventus da disputare a San Siro, poi c’è la Coppa Italia ed a marzo ci sono anche gli impegni della nazionale, i playoff per partecipare ai mondiali in Qatar.

Advertisements