Universiadi, incontri con la stampa sportiva ed il Forum dei Giovani. Grandi numeri anche per la richiesta di beni e servizi. Nessun problema per Napoli-Inter al San Paolo.

878
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Questa mattina il vicepresidente nazionale dell’Ussi e membro del direttivo nazionale dell’Aips, Gianfranco Coppola e il segretario di Ussi Campania, Pier Paolo Petino, hanno incontrato il commissario straordinario di Universiade Napoli 2019, Gianluca Basile.

Nell’occasione hanno consegnato il crest dell’evento organizzato da Ussi e Aips con il sostegno di Aru il 18 aprile. Analogo riconoscimento è stato consegnato alla dirigente dell’area istituzionale di Aru, Annapaola Voto e a Manuela Di Centa (Coordinamento dei rapporti sportivi istituzionali tra la Regione Campania, il Cusi, la Fisu, il Coni e le Delegazioni partecipanti). Nell’occasione, oltre ad augurare alla campionessa recentemente entrata a far parte della famiglia dell’Universiade un buon lavoro, è stata ribadita la sinergia fattiva tra l’Unione Stampa Sportiva e l’organizzazione dell’evento in programma a Napoli dal 3 al 14 luglio.

Firmato un Protocollo d’intesa tra l’Universiade Napoli 2019 e il Forum Regionale dei Giovani della Campania. L’obiettivo è quello di promuovere la manifestazione internazionale sui territori delle cinque province campane grazie ai 250 forum giovanili presenti in altrettanti Comuni; incentivare la partecipazione giovanile alla campagna di reclutamento dei volontari; realizzare eventi e condividere i contenuti della manifestazione sui canali social.

“Il Forum Regionale dei Giovani – ha affermato il Commissario Straordinario di Napoli 2019, Gianluca Basile – sarà il nostro collegamento con il Consiglio Regionale della Campania, e di ciò ringrazio la presidente Rosa D’Amelio. Questa intesa rappresenta un’ulteriore opportunità di promuovere l’Universiade, con la possibilità di coinvolgere dei giovani come volontari”.

“Con questa intesa”, ha commentato il Presidente del Forum Regionale dei Giovani, Giuseppe Caruso, “confermiamo la centralità dei giovani nel percorso di avvicinamento all’Universiade, evento cardine del Mezzogiorno per il 2019. Una rassegna sportiva che, partendo dai valori dello sport e della collaborazione, contribuirà alla valorizzazione di Napoli e della Campania nel mondo”.

La grandezza di un evento la si percepisce dai numeri, anche quelli all’apparenza meno significativi. Ebbene, la 30^ Summer Universiade – che vedrà dal prossimo 27 giugno l’arrivo in Campania di circa 10mila, tra atleti e preparatori provenienti da 127 Paesi – si traduce in un impegno importante anche in termini di beni e servizi. Si stima, infatti, che per tutta la durata della manifestazione occorreranno circa 800mila litri d’acqua, 500mila litri di soft drink, 400mila bustine di bevande isotoniche ma non solo. Prevista anche una dotazione di 110mila profilattici che verranno distribuiti insieme a 10mila asciugamani, 200 kit contenenti abbigliamento e divise per le varie figure apicali dell’organizzazione. Per le attività di fitness verranno inoltre allestite 4 palestre complete nei Villaggi Atleti di Napoli, Salerno e Caserta. Necessari, poi, 650 palloni di calcio approvati dalla Fifa e 250 palloni per il basket approvati dalla Fiba, 120 palloni per il rugby. Dal primo giugno al 30 agosto occorreranno anche circa 50 auto per garantire a dirigenti ed organizzatori gli spostamenti in Campania, nel cui territorio sono dislocati gli oltre 60 impianti sportivi che ospiteranno gare e allenamenti della manifestazione.

La fornitura di questi beni e servizi sarà assicurata dagli sponsor che la società Dao Spa di Roma in qualità di advisor della Struttura Commissariale provvederà ad individuare entro il 31 maggio.

Nessuna variazione, Napoli-Inter si giocherà allo Stadio San Paolo. Il Commissario straordinario per l’Universiade, Gianluca Basile, ribadisce che non è previsto alcun cambio di sede per la partita di campionato tra Napoli e Inter, in programma il 19 maggio. “Il cronoprogramma per i lavori allo Stadio San Paolo non prevede alcuno spostamento della sede per la gara tra il Napoli e l’Inter, per quanto ci riguarda tutto procede come stabilito. Ai nostri uffici non è pervenuta alcuna richiesta”, spiega il Commissario, smentendo immediatamente le illazioni sullo spostamento in campo neutro della partita di campionato.  

Advertisements