Pizza a domicilio, a Caserta boom di richieste.

Super lavoro in una delle pizzerie aperte a Napoli dopo la chiusura imposta da Coronavirus. Secondo Antonio Pace, presidente dell'associazione Verace Pizza Napoletana, sono circa sessantamila quelle sfornate stasera in citta' , 27 aprile 2020 ANSA /CIRO FUSCO
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Un boom di richieste di pizza a Caserta nei primi due giorni di riapertura con consegna a domicilio.

Nello Rossi, che gestisce l’omonima pizzeria, nata come locale da asporto, dice che da stasera sarà costretto a fare “il numero chiuso di pizze”, ovvero “al massimo 260 pizze in modo da fornire il miglior servizio possibile ai clienti, che ne avevano tanta voglia dopo due mesi di astinenza”.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Il primo giorno sono arrivati quasi 80 ordini, e “abbiamo sfornato 370 pizze, ieri invece abbiamo avuto quasi 50 ordini e ne abbiamo fatte 250. Abbiamo assunto anche quattro driver per tre mesi che consegnano in scooter e auto”. Da lunedì 4 maggio sarà possibile anche l’asporto. “Faremo entrare una persona per volta, per i termoscanner aspettiamo le disposizioni”.

Per Nello come per tutti i pizzaioli il modo di lavorare è cambiato; “prima dell’emergenza realizzavamo 80-90 pizze in un’ora, adesso con i guanti e le tute andiamo più lentamente, e riusciamo a farne 60. La voglia di ripartire era comunque tanta”. (ANSA)