Contrabbando, GdF sequestra 4.000 pacchetti di sigarette ed arresta un ucraino.

0
170

Nell’ambito della costante attività istituzionale di controllo del territorio volta alla repressione di fenomeni illeciti, personale della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria
di Caserta ha intercettato, alle prime luci dell’alba di oggi, un’autovettura con targa slovacca di grossa cilindrata in transito sulla SS. 7, nel territorio del Comune di San Tammaro (CE), che
viaggiava vistosamente appesantita e che è stata, quindi, fermata per il controllo del carico a
bordo.

All’atto del fermo l’autista, D.V. (cl. 1984), e la moglie che era in sua compagnia, D.N. (cl.
1979), entrambi di nazionalità ucraina, sono apparsi subito in evidente stato di tensione. I
militari operanti – insospettiti dall’atteggiamento nonché dalle dichiarazioni incerte fornite dagli
stessi in merito alle ragioni del viaggio in Italia e alla tipologia di carico trasportato – hanno
deciso di procedere ad un più accurato controllo dell’automezzo.

Infatti, a seguito di prima ispezione speditiva del portabagagli dell’auto, le Fiamme Gialle
casertane avevano rinvenuto solo poche suppellettili ed alcune paia di scarpe usate che non
potevano certamente giustificare il palese appesantimento del mezzo.

Pertanto, avvalendosi di un muletto sollevatore grazie al quale è stato possibile ispezionare la
parte sottostante dell’auto, è stato possibile riscontrare l’esistenza di un doppio fondo
abilmente occultato dal paraurti posteriore.

Improvvisandosi meccanici, i militari operanti hanno, quindi, smontato a poco a poco tutte le
modanature, sia interne che esterna, dell’autovettura individuando diverse scomparti idonei a
occultare merci, rinvenendo migliaia di pacchetti di sigarette di contrabbando occultati sia sotto il tunnel del cambio che in apposite intercapedini artatamente create sotto il paraurti posteriore, i sedili e il vano della ruota di scorta. Modalità di occultamento, questa, di solito utilizzata dalla criminalità per il traffico di droga o di armi.

Il carico illecito è risultato costituito da circa 4.000 pacchetti di sigarette di contrabbando, privi
del contrassegno di Stato e destinati al mercato campano, riportanti il noto marchio
“Chesterfield”.

All’esito delle operazioni, le sigarette e il mezzo di trasporto utilizzato dal contrabbandiere, per un valore di oltre 50.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro e si è proceduto all’arresto dell’autista, già gravato da precedenti specifici, nonché alla denuncia a piede libero della moglie per contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri.

Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento delle bionde e individuare
eventuali altri responsabili del contrabbando, fenomeno che risulta essere, nell’ultimo periodo,
in sensibile ripresa, sia sotto il profilo della vendita al minuto che del commercio all’ingrosso.

Continua, pertanto, incessante l’azione di contrasto ai traffici illeciti da parte del Comando
Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, per garantire condizioni paritarie e leali di
concorrenza tra gli operatori economici, la tutela della salute dei consumatori e recuperare
risorse finanziarie alle casse dello Stato.

LASCIA UN COMMENTO