I guru dell’informatica bacchettano l’intelligenza artificiale alla CSL 2024

Un successo bagnato dal sole di Napoli la CSL 2024, una delle Conferenze di Informatica più importanti al mondo. Nel Centro Congressi di Ateneo, di via Partenope, i giganti dell’Informatica siedono in platea, senza formalismi perché di formale hanno già il ragionamento.  Da Barbara König a Moshe a Gottlob a Marta Kwiatkowska le star dell’informatica hanno parlato dell’importanza del metodo scientifico e della logica applicata al calcolo, che non è una invenzione moderna, ma risale alla logica aristotelica del IV sec. a.C.

Tutto può essere dimostrabile scientificamente attraverso un ragionamento matematico. Georg Gottlob ha sottolineato il confine tra intelligenza e ignoranza artificiale. Dove non c’è logica, metodo scientifico, c’è approssimazione. L’Intelligenza artificiale generativa può essere bella, ma non sempre corretta.

La Csl 2024 disegna una matematica diversa.

I numeri sono al centro, in un ragionamento matematico del tutto nuovo, sperimentale, futurista.

“E’ un momento epocale per la nostra comunità scientifica – ha dichiarato il prof. Murano, Ordinario di Informatica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, organizzatore dell’evento, che con questi giganti si è formato e condivide la passione irrefrenabile della ricerca.   –  per i contributi straordinari degli invited speakers e il fermento che sta crescendo con i loro contributi”.

I lavori continuano mentre studiosi da tutto il mondo chiedono di collegarsi a distanza per partecipare a quella che ormai è già la Conferenza del secolo.

Advertisements